Home . Magazine . Moda . Bye bye Vogue?

Bye bye Vogue?

MODA
Bye bye Vogue?

Anna Wintour (Afp)

Molti la associano a il diavolo che veste Prada, la glaciale direttrice della rivista di moda interpretata da Meryl Streep nella pellicola del 2006. Per il mondo dell'editoria, invece, Anna Wintour è una delle colonne del fashion system, la più potente e influente giornalista del settore. Ecco perché la notizia che la leggendaria direttrice di 'Vogue Usa' potrebbe presto lasciare il suo incarico sta facendo il giro del mondo. Stando alle indiscrezioni di 'Page Six', Wintour dirà addio al magazine a luglio, dopo il matrimonio della figlia Bee Schaffer con Francesco Carrozzini, il figlio di Franca Sozzani.


Secondo i rumors la sacerdotessa della moda, da 30 anni al timone della rivista edita da Condé Nast, potrebbe essere sostituita dall'attuale direttore di Vogue Uk, Edward Enninful. Wintour, 68 anni, potrebbe uscire di scena dopo aver chiuso il September Issue, il numero più importante dell'anno.

Dal canto suo, Condé Nast ha smentito ogni indiscrezione. "Neghiamo con forza queste voci" ha sottolineato un portavoce dell'azienda, rifiutandosi di commentare in modo più specifico quali saranno i piani di Wintour. Oltre alla direzione di 'Vogue', la signora della moda ricopre dal 2013 il ruolo di direttore editoriale di Condé Nast, incarico che le permette di supervisionare tutte le riviste edite dal gruppo.

Negli ultimi anni Condé Nast ha chiuso le edizioni cartacee di 'Teen Vogue', 'Self' e 'Details' nonché la testata online 'Style.com'. Alcune fonti hanno riferito al New York Post che la società sarebbe in rosso di 100 milioni di dollari. E mentre molti addetti ai lavori affermano che 'Vogue' senza Wintour sarebbe inimmaginabile, alcune delle storiche poltrone di Condé Nast hanno già iniziato a saltare.

A settembre, dopo 25 anni, Graydon Carter ha lasciato 'Vanity Fair' passando il testimone a Radhika Jones e Cindi Leive, per 16 anni alla guida di 'Glamour' è stata rimpiazzata da Samantha Barry. Se le voci venissero confermate, Wintour non rischierebbe comunque di rimanere disoccupata. Secondo 'Page Six' la giornalista potrebbe guidare il British Fashion Council, la camera della moda inglese. Sempre secondo 'Page Six' la regina di Vogue avrebbe già concordato un'intervista con il 'New York Times' per annunciare il suo addio.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.