Cerca

Bacio lesbo per Bella, bufera su CK

MODA
Bacio lesbo per Bella, bufera su CK

Bella Hadid, a sinistra, bacia la modella virtuale Lil Miquela (fermo immagine da video Instagram/ Calvin Klein)

Bella Hadid bacia una modella virtuale. E sui social infuria la bufera. Ha sollevato un polverone di polemiche 'My Calvins', la nuova campagna video di Calvin Klein, tanto da costringere la griffe americana a scusarsi in una nota. Lo spot mostra la super top Bella Hadid mentre bacia l'influencer virtuale Lil Miquela, mentre una voce fuori campo spiega che "la vita è aprire porte, creare nuovi sogni che non avresti mai pensato potessero esistere".


Frasi e immagini che hanno scatenato gli utenti contro Ck, accusata di fare 'queer baitin', ossia di usare scene omoerotiche per attirare clic e spettatori queer. "Potevate usare altri modelli LGBTQ, magari reali" è l'accusa mossa alla maison statunitense, che in una nota ha sottolineato come la campagna pubblicitaria sia pensata per "promuovere la libertà di espressione per una vasta gamma di identità di genere".

"Questa campagna, nello specifico, è stata realizzata per sfidare le norme convenzionali e gli stereotipi che si vedono nelle pubblicità - si legge ancora nella nota -. In questo video abbiamo esplorato la sottile linea che divide realtà e immaginazione". Calvin Klein ha poi rimarcato di sostenere da sempre i diritti della comunità Lgtbq+ e che è "sinceramente dispiaciuta se ha offeso qualcuno".



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.