Cerca

La fashion week mette il turbo, oltre 188 eventi

Riparte la kermesse milanese con grandi ritorni, sfilate co-ed e campagna 'China, we are with you' per popolo cinese

MODA
La fashion week mette il turbo, oltre 188 eventi

(Fotogramma)

Milano Moda Donna mette il turbo. E con la prossima fashion week dedicata alle collezioni autunno/inverno 2021 annuncia importanti novità, tra grandi ritorni, debutti, mostre e collezioni co-ed. Fitto il calendario che dal 18 al 24 febbraio animerà il capoluogo lombardo con 56 sfilate, 96 presentazioni, 2 presentazioni su appuntamento e 34 eventi (di cui 27 eventi moda e 7 eventi culturali moda) per un totale di 188 appuntamenti.


Diversi i grandi comeback. Come Moncler e Philipp Plein, che tornano a sfilare a Milano, entrambi con una collezione. Tornano a presentare a Milano Moda Donna anche Roberto Cavalli e Romeo Gigli, mentre le sfilate co-ed di questa edizione sono: Agnona, che presenterà la sua prima collezione uomo, Antonio Marras, Atsushi Nakashima, Boss, Bottega Veneta, Fila, Gcds, Frankie Morello, Missoni e Versace.

Tra i big, Gucci darà il via alle danze mercoledì 19, mentre spetterà a Giorgio Armani far calare il sipario sulla kermesse domenica 23. Emilio Pucci collaborerà inoltre con Christelle Kocher di Koché come guest designer e si celebreranno importanti anniversari come i 10 anni di N° 21 e i 50 anni di Sportmax. Attesi i debutti di Donna Ports 1961, Gilberto Calzolari e Vìen, entrambi supportati da Cnmi. E di Moon Boot, Giordano Torresi e Patrizia Pepe con le loro presentazioni. Grazie al supporto di Cnmi sfileranno inoltre Alexandra Moura, Marco Rambaldi e Simona Marziali-MRZ.

Tra le iniziative più importanti di questa edizione spicca sicuramente la campagna 'China, we are with you' realizzata da Camera Nazionale della Moda Italiana con la finalità di costruire un ponte tra i nostri due Paesi, portando la Milano Fashion Week in Cina, attraverso live streaming e contenuti speciali, per dare un segnale di vicinanza e positività in questo momento di grande difficoltà segnata dal Coronavirus.

Inoltre, nell'ambito di un percorso di mentoring e sostegno ai designer emergenti, il Camera Moda Fashion Trust insieme a Cnmi supporterà la sfilata di Act n. 1 e la presentazione di Flavia La Rocca, vincitrice del premio Franca Sozzani Green Carpet Fashion Award for Best Emerging Designer 2019. Ad arricchire il calendario sarà anche 'Memos - A proposito della moda in questo millennio', una mostra curata da Maria Luisa Frisa (realizzata in collaborazione con il Museo Poldi Pezzoli, con il supporto del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, di Ice Agenzia e del Comune di Milano e con la partecipazione di Tendercapital) che fa riferimento alle 'Lezioni Americane' di Italo Calvino. La mostra verrà inaugurata giovedì 20 febbraio presso il Museo Poldi Pezzoli e sarà aperta al pubblico dal 21 febbraio al 4 maggio.

Il 18 febbraio inaugurerà inoltre il Fashion Hub presso La Permanente e ospiterà la decima edizione del Fashion Hub Market che vedrà protagonisti 5 brand emergenti: Gentile Catone, Delirious, Salvatore Vignola, Apnoea, Giuseppe Buccinnà. Sino-Italian Fashion Town by Chic Group darà invece la possibilità a 8 brand cinesi emergenti - Xun Ruo, Leaf Xia, Han Wen, Pinhui Zhao, Emma Sweet, Zijue, Dot Minute e Shengyi Liu - di presentare le loro collezioni all’interno dell’Hub.

Nell'ambito del programma di mentoring di Cnmi e dell’Hungarian Fashion & Design Agency, per la terza volta quest’anno 5 brand ungheresi (Abodi, Cukovy, Elysian, Je suis belle, Zsigmond Dora Menswear) presenteranno le loro collezioni al Fashion Hub. Inoltre, il 21 febbraio una sfilata collettiva presenterà i pezzi più raffinati della A/w 20/21 dei designer ungheresi. Infine, Africa Now, una selezione di cinque giovani brand africani: Gozel Green; Omer Asim; Studio 189; Thebe Magugu e Maison Artc. Le creazioni degli ultimi due designer sono inoltre protagoniste del fashion film 'Inspired by night', diretto da The Blink Fish e girato a Fidenza Village, uno degli undici Villaggi della The Bicester Village Shopping Collection.

Per quanto riguarda la sostenibilità, - uno dei pilastri della strategia di Camera Nazionale della Moda - per la progettazione del Fashion Hub sono state riutilizzate delle strutture di allestimento, supporti di sfilate e mostre precedenti, le strutture sono tutte in acciaio, in parte recuperato dalle strutture del precedente Fashion Hub, con la moquette in materiale 100% riciclato e, ove presenti, i colori ad acqua. Cnmi si impegna inoltre a rendere l’intera settimana della moda più sostenibile evitando completamente l’uso di plastica durante gli eventi e presso le proprie location, rendendo gli accrediti stampa e buyer digitali attraverso QR-Code e stampando tutti i materiali con carta 100% riciclata.



RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright Adnkronos.