cerca CERCA
Domenica 16 Maggio 2021
Aggiornato: 00:42
Temi caldi

Maker Faire: robotica e stampa 3D, giro affari +8,6 mld/anno per manifattura

16 ottobre 2015 | 19.06
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Dalla diffusione della robotica e della stampa in 3D può arrivare un aumento del giro d'affari di 8,6 miliardi l'anno per il manifatturiero italiano. E un effetto espansivo, dovuto alle nuove tecnologie, sull'occupazione di 39mila addetti all'anno. E' uno dei dati chiave dell'indagine 'Maker in Italy. Il primo rapporto sull'impatto sul digital manufacturing in Italia' presentato oggi al Maker Faire, e realizzato da fondazione Nordest e Prometeia con il sostegno di Bnl Gruppo Bnp Paribas.

Lo spaccato sul manifatturiero digitale italiano descritto nel rapporto racconta che sono 375mila le imprese manifatturiere del nostro Paese di cui 136mila tecnologiche, che l'export tecnologico Made in Italy è pari al 49% del totale. Numeri che sono stati raccolti nell'indagine curata da Stefano Micelli, Alessandra Benedini e Gianluca Toschi e commentati dal consigliere 'digital champion' del presidente del Consiglio, Riccardo Luna, e dal vicedirettore generale di Bnl, Marco Tarantola nel corso di una conferenza questo pomeriggio alla kermesse dei maker che si è aperta oggi nella capitale.

Stando ai dati dello studio, il 25,8% delle imprese manifatturiere italiane usa la stampante 3D in house o attraverso service esterni, una percentuale che sale al 33,3% nelle grandi imprese. E anche la robotica inizia a diffondersi con percentuali del 54% nelle grandi imprese, per ricavi di oltre 50 milioni di euro e del 36,7% nelle imprese di più piccole dimensioni. Il 16% delle imprese manifatturiere italiane sua invece contemporaneamente sia robotica che stampa 3D per realizzare i prodotti mentre un 30,5% delle aziende usa altro tipo di tecnologia.

Nella valutazione delle imprese usare la stampa 3D è utile per ridurre i tempi di produzione e realizzare prodotti mirati per il cliente, nel 71,2% dei casi le aziende italiane usano la stampa 3D per fare nuovi prodotti ma il 43,3% ritiene che a limitare l'uso di questa tecnologia sia i materiali utilizzabili.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza