cerca CERCA
Martedì 17 Maggio 2022
Aggiornato: 14:26
Temi caldi

Doping: Malagò, su caso Kostner sto vivendo dramma personale

02 dicembre 2014 | 11.43
LETTURA: 3 minuti

Il presidente del Coni torna a parlare della squalifica chiesta per la pattinatrice azzurra nell'ambito dell'inchiesta sul caso Schwazer: "Dopo la Pellegrini è la medaglia di Carolina a Sochi quella che mi ha dato più soddisfazione. Le sono legato da prima della mia elezione"

alternate text
Carolina Kostner - INFOPHOTO

"Sto vivendo un dramma personale, io sono amico di Carolina, le voglio bene e le sono affezionato. Dopo la Pellegrini è la medaglia di Carolina Kostner a Sochi quella che mi ha dato più soddisfazione. Le sono legato da prima dell’elezione a presidente del Coni. Ho chiesto a due avvocati e gli o detto che volevo parlare con Carolina e darle la mia solidarietà umana, mi è stato detto che era meglio non farlo". Lo ha detto il presidente del Coni, Giovanni Malagò, che è tornato così sui 51 mesi di stop chiesti per la pattinatrice azzurra nell'ambito dell'inchiesta sul caso Schwazer, in occasione del convegno sulla lotta al doping in corso di svolgimento presso il Salone d’onore del Coni al Foro Italico a Roma.

"Poi succede che Tammaro Maiello chieda 4 anni e 3 mesi per omessa denuncia, falsa testimonianza, favoreggiamento. Tanti giornalisti e amici che stimo ci hanno fatto un mazzo così: mi hanno fatto un mazzo così su questo tema. La trovo una cosa non giusta: non c'è nessuno che abbia detto la vera verità su questa storia", prosegue Malagò.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza