cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 00:07
Temi caldi

Malattie rare: Omar premia la migliore comunicazione su patologie e tumori

19 dicembre 2017 | 18.38
LETTURA: 4 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Un riconoscimento alla comunicazione più efficace, competente e originale sui temi delle malattie e tumori rari: si aprono oggi le iscrizioni al 'Premio Omar', il concorso annuale organizzato dall’Osservatorio malattie rare in partnership con il Centro nazionale malattie rare dell’Iss, Orphanet, Telethon e Uniamo Fimr Onlus. I termini per iscriversi si chiuderanno alla mezzanotte del 14 gennaio 2018.

Al sito www.premiomalattierare.it è possibile leggere il regolamento e scaricare i moduli per iscriversi al concorso. Sono ammessi a partecipare a questa edizione tutti i lavori pubblicati, diffusi o aperti al pubblico nel periodo compreso tra il 1 ottobre 2016 e il 31 dicembre 2017. Il Premio è reso possibile grazie al contributo non condizionato di alcune aziende impegnate nel settore malattie e tumori rari come Alnylam, Amicus, Biogen, Chiesi Farmaceutici, Grifols, Intercept, Sanofi Genzyme, Santhera, Shire, Pfizer, Roche e Vertex.

L'appuntamento, giunto alla sua V edizione, quest'anno cambia nome da 'Premio giornalistico' a 'Premio Omar per la comunicazione sulle malattie e i tumori rari'. "Una modifica - spiegano da Omar - che corrisponde all’apertura a tutti i linguaggi della comunicazione, come ad esempio autori di campagne social, pubblicitari, autori di libri e fumetti, artisti e filmaker".

"Con questo cambio di rotta abbiamo voluto prendere atto in maniera ufficiale del fatto oggi il giornalismo propriamente detto non è più l’unica fonte di informazione e divulgazione - spiega il direttore Omar, Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Ad affiancarlo e spesso ad integrarlo concorrono diverse altre forme di comunicazione ed altri diversi linguaggi, attraverso i quali è comunque possibile portare messaggi corretti anche su temi difficili e complessi come le malattie e i tumori rari. Dover esaminare e giudicare elaborati diversi dagli articoli o dai servizi giornalistici - aggiunge - ha comportato la necessità di allargare la giuria chiamandovi esperti di diversi linguaggi".

La proclamazione dei vincitori e l’assegnazione dei premi avverrà in prossimità della Giornata delle malattie rare, che si celebra il 28 febbraio 2018, all’interno di un grande evento serale che si terrà a Roma e che vedrà presenti i partner del Premio, i membri della giuria, le associazioni pazienti, la stampa e numerosi stakeholder del mondo delle malattie e dei tumori rari.

Il montepremi, che sfiora i 20mila euro, mette in palio: premio giornalistico categoria stampa e web; premio giornalistico categoria audio video; premio per la migliore campagna di comunicazione; premio per la migliore divulgazione attraverso libri o fumetti; premio per la migliore divulgazione attraverso le arti visive. Oltre a questi la giuria si riserva il diritto di attribuire un proprio premio aggiuntivo. I lavori candidati alle categorie 'Premio giornalistico stampa e web' e 'Premio giornalistico audio/video' - precisa Omar - dovranno essere stati pubblicati su una testata regolarmente registrata presso il tribunale per la stampa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza