cerca CERCA
Venerdì 03 Dicembre 2021
Aggiornato: 19:57
Temi caldi

Maltempo Sicilia, un'altra vittima. Draghi sente Curcio

26 ottobre 2021 | 15.09
LETTURA: 4 minuti

Morto un automobilista a Gravina di Catania. Sceso dalla vettura allagata, è stato trascinato dalla forza dell’acqua

alternate text
Fotogramma

Un'altra vittima del maltempo in Sicilia, nel catanese: un uomo di 65 anni ha perso la vita a causa del nubifragio che a Gravina di Catania ha portato all’allargamento delle strade con, inoltre, l’accumulo copioso di acqua piovana. L’automobilista è sceso dalla vettura allagata, quando è stato trascinato dalla forza dell’acqua. Intanto, spiega una nota di Palazzo Chigi, "il Presidente del Consiglio, Mario Draghi, è in costante contatto con il capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio, per monitorare gli sviluppi dell’emergenza dovuta al maltempo che sta investendo il Sud Italia, in particolare la provincia di Catania. Il Presidente esprime vicinanza alle popolazioni colpite e cordoglio per le vittime dei nubifragi di questi ultimi giorni".

Leggi anche

Curcio sarà domani a Catania per tenere una riunione in Prefettura, alle 9, con le Autorità territoriali e le Strutture operative riunite nel Centro Coordinamento Soccorsi. Il Dipartimento della Protezione Civile, così come dall’inizio dell’ondata di maltempo, continua a seguire l’evoluzione dei fenomeni in continuo contatto con il territorio.

Nel catanese famiglie e automobilisti sono stati soccorsi dalla Protezione civile regionale e da associazioni di volontari. Strade come fiumi in piena a Catania, come la centralissima via Etnea e piazza Duomo. Allagato lo storico mercato della 'Pescheria' e invasa anche la fontana. Al Tribunale di Catania, causa maltempo, sono state sospese le udienze in presenza.

"Esorto tutta la popolazione a non uscire di casa se non per ragioni di emergenza, perché le strade sono invase dall’acqua - ha scritto sul profilo Facebook il sindaco di Catania, Salvo Pogliese - Sono in contatto con la Protezione civile nazionale e nelle prossime ore faremo una riunione con il Prefetto e le altre forze dell’ordine per fronteggiare il disastro di queste ore".

"Tutti gli uomini e le donne della Protezione Civile con i volontari - ha aggiunto - stanno lavorando per rispondere alle centinaia di chiamate di emergenza, insieme ai Vigili del Fuoco e alle Forze dell’Ordine. Sono tanti i cittadini intrappolati che chiedono interventi di emergenza per lo straordinario livello di forza raggiunto dalla pioggia". Per la gravità della situazione il sindaco ha disposto, in accordo con il Prefetto, "la chiusura immediata di tutte le attività commerciali fino alla mezzanotte".

I vigili del fuoco sono dovuti intervenire con dei gommoni per soccorrere degli automobilisti rimasti bloccati nelle loro auto sommerse dall'acqua in uno degli svincoli dell'Asse dei servizi di Catania. Le persone sono state prelevate dalle vetture, vicino a un centro commerciale, e messe in sicurezza. Un altro intervento di soccorso dei vigili del fuoco è stato portato a termine nella zona della pescheria: sotto un arco della Marina una persona è salita sul cofano della sua auto ed è stata aiutata dai pompieri.

Il maltempo non ha risparmiato nemmeno il Tribunale in piazza Verga e gli uffici distaccati in via Giuseppe Crispi, invasi dall'acqua. "Occorre chiudere la struttura fino a quando la stessa non sarà stata messa in condizioni di assoluta sicurezza per i lavoratori e per gli utenti che, a vario titolo, vi si recano ogni giorno", dice il segretario generale della Uil Pubblica Amministrazione di Catania Armando Algozzino, che chiede un intervento urgente al presidente Francesco Saverio Maria Mannino. "Abbiamo sottolineato più volte - puntualizza il segretario - la necessità di garantire la sicurezza e la vivibilità nei luoghi di lavoro. Nei mesi scorsi avevamo chiesto di ripristinare il funzionamento dell'impianto di climatizzazione della sede distaccata del Tribunale di via Giuseppe Crispi e, ad agosto, abbiamo nuovamente posto l'attenzione, per gli stessi motivi, sulla sede centrale di piazza Giovanni Verga". La Uil Pubblica Amministrazione di Catania ritiene "scandaloso che un luogo emblematico di legalità, ordine e rispetto delle regole quale il Palazzo di giustizia debba essere oggetto di ripetute segnalazioni legate ai diritti inalienabili dei lavoratori. Diritti che vengono meno - conclude - sia in presenza di temperature torride, come è avvenuto nell'estate scorsa, sia in occasione di eventi naturali e climatici devastanti quali il nubifragio che ha trasformato Catania in un fiume in piena".

Nelle campagne di Lentini continuano intanto le ricerche della donna di 61 anni dispersa da due giorni in contrada Ogliastro. Il corpo del marito, agricoltore di 67 anni in pensione, è stato ritrovato ieri in un agrumeto lontano dal luogo dove erano stati visti l'ultima volta. Alle operazioni partecipano vigili del fuoco, carabinieri e volontari della protezione civile.

"Qui è un casino, aspetto risposte immediate. Non voglio penalizzare gli studenti che arrivano dalla zona ionica. Ho chiesto alla prefettura la convocazione di un tavolo tecnico per verificare quale provvedimenti il Consorzio abbia preso per riaprire la A18 Messina-Catania. Quindi anche se le condizioni meteo dovessero migliorare, chiudiamo le scuole nei prossimi 3 giorni ci serviranno per verificare le condizioni degli istituti messinesi alla luce delle criticità legate al maltempo", annuncia su Facebook il sindaco di Messina, Cateno De Luca. Nella zona sud della città si registrano lunghe code sulla statale, a seguito della chiusura di un tratto dell'A18, con la conseguenza che le auto sono costrette a percorrere strade alternative.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza