cerca CERCA
Lunedì 30 Gennaio 2023
Aggiornato: 01:01
Temi caldi

Manovra 2023, Meloni: "Da Bankitalia no critiche sostanziali, è ben fatta"

06 dicembre 2022 | 18.24
LETTURA: 3 minuti

Premier: "Dà segnali importanti in una situazione come quella con cui ci confrontiamo"

alternate text
(Foto Afp)

“La notizia per il governo è che sulle grandi voci di questa manovra non ci” sono state “da parte di Bankitalia critiche sostanziali. Questa è la cosa più importante. La manovra dal mio punto di vista è ben fatta, seria, dà segnali importanti in una situazione come quella con cui ci confrontiamo. Soprattutto, non era scontato si facesse una manovra politica” in tempi così rapidi. “Abbiamo fatto un buon lavoro”. Così il presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, da Tirana, dove ha preso parte al vertice Ue-Balcani.

Leggi anche

Pnrr

Sull'appello alla responsabilità sul Pnrr "condivido le parole del presidente Mattarella: il governo dall'inizio del suo mandato sta lavorando in maniera incessante sul tema del Piano nazionale di resistenza e resilienza", ha sottolineato Meloni.

"Sono risorse importanti in particolare in questa fase ed è importante che arrivino a terra", ha detto Meloni, ribadendo che "ci sono delle questioni aperte a partire dall'aumento dei costi delle materie prime. Con 120 mld di investimenti e l'aumento delle materie al 35% un problema c'è". Per questo, ha affermato ancora, "abbiamo dal primo giorno riconvocato la cabina di regia e stiamo lavorando con molta concentrazione perché è uno strumento molto importante nella fase difficile in cui ci troviamo".

Giustizia

"Garantista nella fase del processo, giustizialista nella fase dell'esecuzione della pena", si definisce Meloni, parlando della riforma della giustizia che "penso in Italia sia prioritaria, non sono l'unica a pensarlo: al di là delle questioni di merito credo che molti siano d'accordo". "E l'approccio disegnato da Nordio è un approccio che il governo condivide - ha sottolineato il premier - Io sono sempre stata convinta e rimango convinta del fatto che una riforma della giustizia debba avere due grandi obiettivi, le garanzie agli imputati e agli indagati e garantire la certezza della pena quando la sentenza passa in giudicato e credo che l'approccio che Nordio disegna sia di questo tipo".

Energia

A margine del vertice di Tirana Giorgia Meloni ha avuto un bilaterale con il cancelliere tedesco. Lo ha riferito lo stesso premier, sottolineando di aver avuto un lungo confronto particolarmente sul tema dell'energia, in vista del prossimo Consiglio europeo, ma anche tenendo in considerazione un ruolo che l'Italia può giocare, in una fase molto difficile, sul tema dell'approvvigionamento energetico". L'Italia può giocare "un ruolo centrale e strategico", ha detto Meloni.

Sulle misure per l'energia "attualmente la proposta della Commissione europea non mi pare sufficiente, lavoriamo per migliorarla", ha ribadito.

Migranti

"Noi come Italia ci troviamo in una tenaglia" tra gli arrivi di migranti lungo la rotta del Mediterraneo centrale e lungo la rotta balcanica, ha sottolineato il premier, rispondendo a chi le chiedeva se sia preoccupata che l'Europa presti maggiore attenzione alla rotta balcanica.

Con il presidente francese Emmanuel Macron "non abbiamo avuto ìl tempo di un bilaterale, ma come sapete nei prossimi giorni ci saranno molte occasioni di incontro", ha sottolineato.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza