cerca CERCA
Lunedì 14 Giugno 2021
Aggiornato: 15:03
Temi caldi

Bitonci: "Manovra statalista e recessiva, Gualtieri lontano da realtà"

03 ottobre 2019 | 13.15
LETTURA: 2 minuti

L'ex sottosegretario all'Economia della Lega all'Adnkronos: "Preoccupazione anche nei dem Misiani e Boccia"

alternate text
(Fotogramma)

Questo governo prefigura "una manovra statalista e recessiva" che "è contro le partite Iva e l'imprenditoria", che sono invece gli attori principali dai quali "riparte la ripresa". Aspettiamo l'esecutivo dem-M5S "alla resa dei conti sui dati finali, dove vedremo il cadavere politico di questa maggioranza". Così all'Adnkronos l'ex sottosegretario all'Economia della Lega Massimo Bitonci, sottolineando di aver notato "preoccupazione" anche da esponenti dem del governo come Misiani (vice ministro al Tesoro) e Francesco Boccia (ministro per il Sud).

"Gualtieri - attacca Bitonci - dimostra di essere senza competenze professionali ed economiche, almeno venisse dal mondo del lavoro, fosse un imprenditore o un commercialista, capirebbe che vanno fatte misure per le imprese e le partite Iva. E invece no, si vede che è lontano dalla realtà".

"Recuperare 7 miliardi di Iva con le misure messe in piedi è impossibile e andrà a finire che a fine anno per evitare un buco di bilancio e fare cassa scatteranno centinaia di migliaia di accertamenti e quindi aumenteranno i contenziosi, senza che aumentino gli incassi e chi opera nel nero continuerà a farlo". Ben diversa, secondo Bitonci, la norma 'svuota-Cassazione' introdotta dalla Lega che "avrebbe avuto benefici e significativi incassi aggiuntivi". Bocciata inoltre ogni ipotesi di rimodulazione dell'Iva: "rischia di colpire le eccellenze italiane", attacca. E dall'intervento per i redditi più alti: "arriverebbero poche centinaia di milioni", quindi "mi sembra tutta una presa in giro".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza