cerca CERCA
Lunedì 18 Ottobre 2021
Aggiornato: 23:24
Temi caldi

Manovra, lettera Ue: Italia spieghi la revisione del target di bilancio

25 ottobre 2016 | 20.38
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Palazzo Berlyamont, sede della Commissione europea (FOTOGRAMMA) - (FOTOGRAMMA)

Nella lettera inviata all'Italia circa il DBP 2017 - e pubblicata sul sito ufficiale dell'Ue - la Commissione chiede "spiegazioni circa la revisione degli obiettivi" di bilancio e sul "divario sostanziale emerso rispetto agli impegni presi la scorsa primavera" (LEGGI).

La Commissione ricorda come "l'Italia ha beneficiato di una notevole flessibilità in base alle regole del patto di stabilità e crescita sia nel 2015 e 2016". Sulla base degli accordi raggiunti con Bruxelles, si legge ancora, "il governo italiano si è impegnato nella sua lettera del 17 maggio 2016 a riprendere il percorso di aggiustamento verso l'obiettivo di bilancio a medio termine nel 2017". Invece, continua la lettera, "una valutazione preliminare del DBP indica un cambiamento" sul fronte dei conti 2017 "negativo e ben al di sotto del 0,6% del Pil o più raccomandato dal Consiglio il 12 luglio 2016".

Di qui la richiesta "per ulteriori informazioni su un certo numero di punti, al fine di valutare se l'Italia soddisfa le condizioni in base alle quali una maggiore flessibilità è stata concessa per il 2016".

L'Italia deve quindi fornire dei chiarimenti sulle spese eccezionali, previste dalla legge di bilancio 2017, chiede la commissione Europea nella lettera inviata al ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan. ''Abbiamo bisogno di chiarimenti sugli importi inclusi nel DBP, per considerare questi come spese eccezionali'', dice Bruxelles, che aspetta dall'Italia il chiarimento sui rilievi espressi dal Commissario Moscovici entro giovedì 27 ottobre. Analoga scadenza è stata data al Belgio e al Portogallo in analoga comunicazione.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza