cerca CERCA
Mercoledì 22 Settembre 2021
Aggiornato: 10:54
Temi caldi

Atlete 'diventano' professioniste, ok stop contributi

11 dicembre 2019 | 17.40
LETTURA: 1 minuti

Approvato emendamento al ddl bilancio: da gennaio e fino al 2022 le società sportive che stipulano contratti avranno la possibilità di esonero totale dal pagamento di contributi previdenziali e assistenziali fino a 8mila euro all’anno

alternate text
(Fotogramma)

Stop al versamento dei contributi previdenziali e assistenziali per le atlete professioniste. La commissione Bilancio del Senato ha approvato un emendamento al ddl bilancio che prevede ''l'esonero al 100% dei contributi previdenziali e assistenziali, con esclusione dei premi per l'assicurazione obbligatoria infortunistica, entro il limite massimo di 8.000 euro su base annua''.

"Con l’ok in commissione bilancio dell’emendamento fortemente voluto da Italia Viva sulle atlete professioniste facciamo un altro passo importante verso la parità di genere" sottolinea la capogruppo in commissione bilancio in Senato di Italia Viva, Donatella Conzatti. "Da gennaio 2020 e fino al 2022 le società sportive che stipulano contratti di lavoro con le atlete avranno la possibilità di un esonero totale dal pagamento dei contributi assistenziali e previdenziali fino al limite massimo di 8mila euro l’anno".

"Con questo emendamento agevoliamo le sportive professioniste che sin qui hanno lavorato troppo spesso senza la possibilità di costruire un percorso professionale garantito. Da oggi si cambia".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza