cerca CERCA
Martedì 26 Ottobre 2021
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Marasco (Logico): "Bene Gravina su stop divieto pubblicità Giochi, calcio ha bisogno di linfa"

09 agosto 2021 | 15.57
LETTURA: 1 minuti

"E se offerta legale non è visibile, più facile cadere in quella illegale"

alternate text
(Fotogramma)

"Recepiamo in maniera assolutamente positiva la proposta del presidente della Figc Gabriele Gravina" di sospendere fino al 30 giugno 2023 il divieto di sponsorizzazione e pubblicità delle scommesse legali, introdotta dal decreto dignità, perché "il calcio ha bisogno di linfa vitale, il settore del gioco pubblico ha necessità di ripristinare una visibilità che è andata persa". Lo dice, all'Adnkronos, Moreno Marasco, presidente di Logico, la Lega Operatori di Gioco su canale Online.

"In materia di contrasto al gioco illegale, soprattutto per i siti online, se l'offerta legale non è visibile - spiega inoltre - paradossalmente è più facile cadere in quella illegale che ha una visibilità maggiore. I siti che offrono gioco e app illegali si fanno beffe del decreto dignità, perché non sono soggetti alla normativa italiana e quindi non perseguibili. Sono siti visibili e durante il lockdown c'è stata una crescita spropositata. Secondo analisi e ricerche recenti - aggiunge Marasco - per ogni 10 giocatori del circuito legale italiano ce ne sono 7 che giocano su quello illegale. C'è stato un forte e significativo aumento che ha creato un mercato parallelo".

Quanto alle cifre raggiungibili, qualora venisse accolta la proposta di Gravina, secondo Marasco "ci saranno investimenti per almeno 100-150 milioni di euro tra sponsorizzazioni e pubblicità qualora si sbloccasse la situazione". Cifra che, aggiunge, corrisponde a quanto "è venuto a mancare ogni anno da quando è entrato in vigore il divieto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza