cerca CERCA
Giovedì 05 Agosto 2021
Aggiornato: 00:01
Temi caldi

Marcatempo: utilizzare strumenti idonei per la rilevazione delle presenze sul lavoro

12 marzo 2019 | 09.55
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Presenze sul lavoro: oggi è possibile avere il controllo della situazione

Milano, 12 Marzo 2019. Sempre più aziende ritengono indispensabile rilevare la presenza sul posto di lavoro dei propri dipendenti, pur senza violare la loro privacy. Conoscere effettivamente gli spostamenti, monitorare le entrate e le uscite e controllare i lavoratori fuori sede non risulta sempre possibile; strumenti quindi che consentono di conoscere in tempo reale quello che accade all'interno dell'azienda possono rivelarsi molto utili per la gestione del personale, sia per la piccola, che per la media impresa.

Come rilevare le presenze in modo semplice ed efficace

Il metodo corretto di gestire un'azienda e di controllare i dipendenti, è senza dubbio quello di dotarsi di strumenti efficaci e tecnologici per monitorare le effettive presenze e le entrate ed uscite, oltre che gli spostamenti.

Esistono strumenti di rilevazione presenze versatili e utilizzabili in molteplici ambiti lavorativi. La tecnologia TAG RFID permette ad esempio di rilevare l'attività svolta, il luogo di lavoro e la sua durata: all'entrata e all'uscita dal lavoro, al dipendente basterà premere il pulsante del proprio lettore portatile ed avvicinarlo al dispositivo TAG RFID per registrare la propria presenza.

Si tratta di un sistema intuitivo ed innovativo, che permette di massimizzare i risultati in termini di gestione del lavoro, di diminuire gli errori e di effettuare un capillare controllo dei dipendenti. Il TAG RFID non è altro che un dischetto di plastica, non soggetto ad usura, che può essere applicato su qualsiasi superficie e in ogni posto di lavoro, dotato di un codice elettronico univoco.

Per chi effettua lavori in luoghi esterni alla propria sede di lavoro, è consigliato un lettore con modulo GPS integrato; il GPS è in grado di determinare con adeguata precisione la posizione un dipendente grazie ai segnali radio inviati da reti di satelliti. La rilevazione presenze mediante localizzazione GPS può essere effettuata anche utilizzando App per telefoni o tablet.

Strumenti per la rilevazione delle presenze sul lavoro

A seconda delle proprie esigenze, un’azienda può utilizzare strumenti differenti. La principale distinzione intercorre tra lavoratori in sede e lavoratori fuori sede.

Per i dipendenti che lavorano in sede si può optare per il classico timbracartellini: è un marcatempo fisso e resistente che funziona tramite tecnologia RFID.

Chi si trova fuori sede, invece, può registrare le proprie presenze tramite marcatempo portatili, che funzionano anch’essi con tecnologia RFID e sono dotati, al contempo, di ricevitore GPS e trasmettitore GPRS. Ciò permette al lavoratore di comunicare non solo l’orario di entrata o uscita, ma anche la posizione dalla quale sta trasmettendo.

A questo scopo si rivela molto utile anche il cellulare, che diventa un marcatempo grazie ad una specifica App che sfrutta la rete mobile e il GPS integrato.

Tanti sono gli strumenti che permettono di rilevare le presenze sul lavoro, e grazie alla tecnologia è oggi possibile velocizzare tutte le operazioni che prima venivano effettuate manualmente con il rischio di commettere errori e di non essere precisi nelle registrazioni.

Per maggiori informazioni: https://www.winit.it/

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza