cerca CERCA
Giovedì 08 Dicembre 2022
Aggiornato: 22:45
Temi caldi

Marco Airoldi sarà il nuovo amministratore delegato Benetton

19 aprile 2014 | 18.38
LETTURA: 22 minuti

alternate text

Marco Airoldi sarà il nuovo amministratore delegato di Benetton. Lo rende noto Edizione Srl, controllante al 100% del gruppo, che in una nota spiega che in occasione del rinnovo del cda, in scadenza con l'approvazione del bilancio 2013 e la cui assemblea è convocata per il prossimo 8 maggio, indicherà Airoldi quale nuovo ad. Airoldi, senior partner di Boston Consulting Group, collabora da vent'anni con Edizione, avendo lavorato per le principali aziende del gruppo e per il piano di rifocalizzazione e rilancio di Benetton Group, quale approvato dal suo cda nel novembre 2013. Per Airoldi si tratta di un ritorno ad un ruolo manageriale nel gruppo, avendo già ricoperto, subito dopo la privatizzazione, la posizione di direttore generale in Autogrill, accompagnando l'azienda nella fase di crescita ed internazionalizzazione.

Tod's: assemblea conferma distribuzione dividendo di 2,7 euro - L'assemblea ordinaria degli azionisti di Tod's ha confermato la distribuzione di un dividendo pari a 2,7 euro per azione, al lordo delle eventuali ritenute di legge, corrispondente a un pay-out di circa il 62% sull'utile netto del Gruppo. L'assemblea ha anche approvato il bilancio di esercizio del Gruppo al 31 dicembre 2013 che dà conto di un utile netto di 101,5 milioni di euro, pari al 15,6% dei ricavi che ammontano a 652,4 milioni. L'assemblea ha deciso anche di destinare 1.340.005,83 euro, pari all'1% dell'utile netto realizzato, a uno speciale fondo di riserva destinato a essere utilizzato per il perseguimento di progetti di solidarietà. L'assemblea ha rinnovato l'autorizzazione, valida per 18 mesi, al consiglio di amministrazione per procedere all'acquisto di azioni proprie, in una o più soluzioni, per l'importo massimo del 10% del capitale sociale.

Yoox: Marchetti, no dividendo per continuare a investire in innovazione - "Investire in innovazione per continuare ad anticipare le tendenze del mercato e offrire ai nostri clienti e brand partner esperienze d'acquisto d'avanguardia credo sia vitale affinché Yoox possa continuare a crescere in modo sostenuto mantenendo una leadership anche in futuro". Così il presidente e ad di Yoox, Federico Marchetti, in occasione dell'assemblea degli azionisti risponde a una domanda sulla distribuzione del dividendo, chiarendo così le ragioni per cui esso non verrà distribuito in relazione al bilancio 2013.

"Il mercato - aggiunge - è molto competitivo, soprattutto quello anglosassone dove le parole internet e tecnologia sono molto più comuni che sul mercato italiano". Marchetti ricorda anche che "nel 2013 abbiamo chiaramente annunciato al mercato un piano in investimenti ed innovazione di 100 milioni di euro nel 2013 - 2015. Di cui 33 sostenuti nel 2013. Circa il 30% sarà destinato ad una ulteriore espansione della piattaforma logistica. Il 70% è dedicato puramente alla innovazione tecnologica per rimanere al passo e continuare a essere leader e garantire una piattaforma d'avanguardia customizzata sulla moda e sul lusso". L'ad del gruppo ricorda che gran parte degli investimenti ha riguardato il canale mobile "nel quale investiamo già dal 2006, anticipando le tendenze e che oggi rappresenta il 40% del nostro traffico e che ci posiziona tra i top 10 retailer al mondo per commercio mobile".

Altro filone sul quale la società sta investendo è il cross channel. Insomma, "dalla quotazione a oggi abbiamo sempre reinvestito la disponibilità di cassa per migliorare e consolidare la nostra posizione sul mercato convinti che il ritorno per gli azionisti di una tale scelta sia considerevolmente più importante della distribuzione del dividendo. Il gruppo ritiene inoltre - conclude - che sia prudente e a tutela degli stakeholder poter ricorrere alle proprie disponibilità liquide per finanziare il business".

Linee morbide, tessuti preziosi e dettagli rock per la primavera di Twin-Set - Simona Barbieri presenta una collezione dallo stile bon ton delicatamente trasgressivo. Capi romantici sono accostati a borchie e biker. Sulle giacche, in pelle matelassé, motivi e colori ispirati al Marocco Bon ton dal carattere trasgressivo nella collezione primavera-estate di Twin-Set. Simona Barbieri si è ispirata al guardaroba della nonna e ai colori del Marocco per realizzare una linea caratterizzata dalle sovrapposizioni. Abiti in tulle impreziositi da applicazioni in pietre sono accostati a maglieria in cotone punzonato e biker in pelle con le borchie. Le forme sono fluide, ma al tempo stesso strutturate. Le giacche, in matelassè tinto capo, di creponne sfumato e cadì, hanno ricami preziosi e motivi a mosaico che evocano i suk di Marrakech. Lino e cotone hanno i colori caldi del deserto. I volumi, ampi, accarezzano dolcemente il corpo.

Armani apre prima boutique ad Almaty, Kazakistan - Gruppo Armani ha aperto la prima boutique 'Giorgio Armani' ad Almaty, in Kazakistan. In occasione dell'evento è stato inaugurato uno speciale allestimento della mostra Eccentrico: accessori, gioielli e una selezione di abiti che guidano gli ospiti alla scoperta del lato 'eccentrico' delle collezioni Giorgio Armani dal 1993 a oggi. La mostra sarà aperta al pubblico fino al 27 aprile. Situata nel 'Esentai Shopping Mall', la nuova boutique Giorgio Armani si estende su un piano, per un totale di oltre 130 metri quadrati, ed è interamente dedicata all'abbigliamento e agli accessori delle collezioni prêt-à-porter uomo e donna. Materiale dominante del negozio la seta spazzolata. Il soffitto in marmorino, le pareti ricoperte di pannelli sagomati in tessuto e onice retroilluminata a contrasto, il pavimento in luminosa pietra beige e i grandi tappeti Armani/Casa tra gli elementi caratterizzanti. Le luci nascoste tracciano i contorni o illuminano direttamente i capi d'abbigliamento e gli accessori esposti.

Miu Miu apre da Saks Fifth Avenue a Chicago - Miu Miu rafforza la sua presenza negli Stati Uniti aprendo un nuovo punto vendita a Chicago, nel department store Saks Fifth Avenue. Il corner, progettato dall'architetto Roberto Baciocchi, ospita le collezioni di borse e accessori del marchio. Dietro alla facciata in vetro e acciaio lucido è posta una tenda di metallo perforato, richiamo a un tradizionale set teatrale. All'interno, l'opulenza dei caratteristici tessuti in oro damascato si giustappone agli espositori in acciaio. L'ambiente è decorato con nicchie in vetro alle pareti, caratterizzate da uno sfondo in alveolare specchiato e scintillanti banconi in cristallo con sottili telai metallici. Le collezioni risaltano alla perfezione sulle superfici brillanti, controbilanciate dalla sobria preziosità del pavimento in marmo nero opaco. Sia intimo boudoir che prezioso portagioie, lo spazio è nello stesso tempo innovativo, divertente e risolutamente femminile, rispecchiando alla perfezione codici e valori.

Boggi apre a Norimberga ed Alba, restyling per molti negozi - Boggi Milano approda a Norimberga e ad Alba e dà corso a una serie di restyling dei suoi principali shop. Il brand, di proprietà di BBB spa (che ha da poco inaugurato a Milano un building firmato Brian & Barry, l'altro marchio di proprietà della società guidata dalla famiglia Zaccardi, ndr) ha intrapreso un piano di espansione in Italia e all'estero. In particolare, lo scorso 29 marzo Boggi Milano è approdato nel pieno centro di Norimberga. Le vetrine del negozio, sviluppato su 180 mq, affacciano sulla KaiserStrasse: il fronte esterno è stato riprogettato con una facciata in vetro che crea continuità all'interno del negozio. Ha inaugurato, invece, il 15 febbraio il negozio Boggi Milano ad Alba. Lo store al numero 16 di Corso Vittorio Emanuele rafforza la presenza del brand sul territorio piemontese. Il negozio si estende su un piano e ha una superficie di vendita di circa 200 mq.

Parallelamente alla ridefinizione del logo Bbb ha dato il via alla ristrutturazione dei negozi secondo un preciso concept: arredamento minimal, ambiente luminoso e colori caldi. L'opera di rinnovamento ha riguardato recentemente la boutique di Varese e lo store di Corso Vercelli a Milano. Boggi Milano ha all'attivo un totale di 124 negozi nel mondo, suddivisi geograficamente in: 97 Europa, 11 Asia e 16 nel Medio Oriente. Entro il mese di giugno inaugurerà il flagship store di Seoul, a luglio Knokke in Belgio, a fine settembre Singapore e nell'aeroporto di Francoforte a fine dicembre 2014.

Debutta padiglione Italia alla China Intl. Fashion Brand Fai - Shenzhen si prepara ad accogliere, dal 10 al 12 luglio prossimo, la China Intl. Fashion Brand Fair, una delle più importanti fiere dell'Asia dedicate ad abbigliamento e accessori. In occasione della quattordicesima edizione, in uno spazio di oltre 70.000 metri quadrati con la presenza di oltre 600 brand internazionali, debutta il Padiglione Italia, un'area di 900mq destinata, appunto, alle aziende italiane. La China Intl. Fashion Brand Fair si trova nella circoscrizione di Longhua, dove nel 2015 debutterà la Dalang Fashion Valley, un grande complesso di 4,6 chilometri quadrati che si appresta a diventare la culla della creatività internazionale e un polo attrezzato per accogliere designer, stylist, ricercatori, fotografi.

Sfilata di Dsquared2 chiude la fashion week di Shanghai - Con la sfilata delle collezioni uomo e donna autunno-inverno 2014/15 di Dsquared2, si è conclusa la Shanghai Fashion Week 2014. La kermesse, che ha alzato il sipario lo scorso 9 aprile, si è presentata quest'anno con una formula totalmente rinnovata, a conferma della volontà delle istituzioni locali di trasformare Shanghai nella capitale della moda asiatica, creando una piattaforma internazionale per l'industria della moda in Cina.

I fratelli Dean e Dan Caten, anime creative di Dsquared, presenti agli eventi della fashion week, hanno colto l'occasione per inaugurare una nuova boutique monomarca, all'interno dell'Apm Mall.

Yoox: bilancio 2013 A+ per il Global Reporting Initiative - Yoox Group con il Bilancio di Sostenibilità 2013, redatto secondo le linee guida del Global Reporting Initiative (Gri), raggiunge il livello massimo A+, "grazie - si legge in una nota - alla capacità del Gruppo di crescere in maniera sostenibile lungo tutte le dimensioni del valore: economico, sociale e ambientale". Nel bilancio si dà conto di un team di 713 giovani donne e uomini con età media di 32 anni (oltre il 50% dei dipendenti ha meno di 30 anni), con il 56% di donne e con l'87% di contratti a tempo indeterminato. Una squadra che è cresciuta nel 2013 con 226 nuove assunzioni selezionate tra oltre 16.117 candidature ricevute. Inoltre, nel 2013 sono state erogate 15.469 ore di formazione e introdotte formule di lavoro flessibile come il telelavoro in particolare lavoratrici neo-mamme. Sul fronte della sostenibilità ambientale, il gruppo ha infatti ottenuto nel 2013 la Certificazione Ambientale ISO 14001 ed è stato inserito tra le prime tre aziende nel più autorevole report in materia di cambiamento climatico, il Carbon Disclosure Leadership Index Italy 100.

Nel bilancio si sottolinea anche la scelta di utilizzare nei consumi circa il 50% di energia rinnovabile. La sostenibilità della strategia aziendale ha trovato riscontro anche sui mercati finanziari dove il titolo è inserito in due indici etici quali il Ftse Ecpi Sri Benchmark e lo Standard Ethics Italian Index.

E ancora, con il programma di sostenibilità ambientale Yooxgen, lanciato già dal 2009, il Gruppo si impegna a sensibilizzare gli utenti, grazie a collaborazioni speciali con strutture internazionali, designer e celebrity. Inoltre, con il packaging Ecobox con cui consegna i milioni di ordini ai clienti in tutto il mondo, un ulteriore canale per sensibilizzare i propri clienti verso la salvaguardia dell'ambiente.

Poltrona Frau, cda approva prezzo Opa lanciata da Haworth - Il consiglio di amministrazione di Poltrona Frau ha approvato il prezzo dell'Opa lanciata da Haworth Italy Holding su oltre 58 milioni di azioni ordinarie, ritenendo congruo il prezzo di 2,96 euro per ogni singola azione ordinaria portata in adesione dell'offerta. In una nota la società spiega anche che si è tenuto conto del parere dei consiglieri indipendenti e dell'advisor indipendente Kpmg.

Mario Boselli confermato presidente Cnmi - Mario Boselli è stato confermato alla presidenza della Camera nazionale della Moda italiana. Lo ha stabilito l'assemblea (ordinaria e straordinaria) che si è riunita a Palazzo Turati a Milano. "Ringrazio l'assemblea per la rinnovata fiducia; sono lieto di mettere a disposizione la mia esperienza in un periodo fondamentale per la Cnmi e per il futuro della moda" ha commentato Boselli. L'ad Jane Reeve ha presentato le linee strategiche per il 2014, con "l'obiettivo di promuovere il sistema moda italiano e valorizzarne il ruolo strategico nello scenario economico italiano". Un programma di azioni che guarda a nuovi modi di comunicare "grazie all'enorme potenziale offerto dal digitale, la valorizzazione delle sfilate e una vocazione internazionale sempre più radicata": così Reeve ha evidenziato il ruolo "contemporaneo" della Camera della Moda. Un rilancio della Cnmi che anche in vista dell'Expo 2015, "deve trasformarsi in polo di attrazione di energia e creatività, facendo leva sulle sinergie tra attori dell'ecosistema moda italiano per generare valore a tutta la filiera".

L'assemblea ha poi nominato i 15 consiglieri che compongono il nuovo consiglio direttivo: oltre a Boselli e Reeve, ne fanno parte Patrizio Bertelli (Prada), Lavinia Biagiotti Cigna (Biagiotti Group); Carlo Capasa (E.c.), Brunello Cucinelli, Patrizio di Marco (Gucci), Giovanna Gentile Ferragamo (Salvatore Ferragamo), Luigi Maramotti (Max Mara), Renzo Rosso (Only the brave), Stefano Sossi (Valentino Fashion Group), Carla Sozzani (Dieci), Maria Luisa Gavazzeni Trussardi (Trussardi), Ermenegildo Zegna.

Pitti Immagine e Cnmi, bene accordo su date calendario uomo - Il British Fashion Council di Londra ha annunciato le nuove date delle presentazioni di moda uomo che confermano la successione Londra - Firenze - Milano - Parigi e sono state modificate con l'intento di evitare sovrapposizioni tra gli appuntamenti. La Camera Nazionale della Moda Italiana e Pitti Immagine si dichiarano soddisfatte per l'accordo raggiunto. Secondo il nuovo calendario per il 2015, London Collections si terrà dal 10 al 12 gennaio; Pitti Immagine Uomo 13-16 gennaio; Milano Moda Uomo 17-20 gennaio; Paris Men's Fashion Week 21-25 gennaio. Per il 2016: London Collections 9-11 gennaio; Pitti Immagine Uomo 12-15 gennaio; Milano Moda Uomo 16-19 gennaio; Paris Men's Fashion Week 20-24 gennaio.

"La decisione del British Fashion Council di Londra ci rende molto lieti - commenta Jane Reeve amministratore delegato Cnmi - poiché risponde pienamente alla volontà di sostenere la forza di un affiatato network europeo, pur nel rispetto delle specificità e delle esigenze dei singoli paesi. È essenziale infatti collaborare e lavorare insieme per sostenere l'intero settore e tutti i suoi operatori, allineandosi allo stesso tempo alle necessità del mercato internazionale. Una sinergia che porta senza dubbio significativi vantaggi al Sistema Moda Italiano e a tutti i suoi attori".

"Non posso che ripetere, con ancor maggior sollievo - aggiunge Gaetano Marzotto, presidente di Pitti Immagine - quanto avevo detto all'indomani delle notizie provenienti da Parigi: siamo molto contenti! Esiste un sistema europeo, esiste un linguaggio comune tra i grandi promotori della moda maschile internazionale che lavorano a Londra, Firenze, Milano e Parigi. Un calendario denso ma ordinato è un bene per tutti noi e soprattutto per gli operatori economici e la stampa. Ringrazio tutti coloro i quali hanno lavorato a questo risultato e mi congratulo con i colleghi del British Fashion Council".

Luxottica: produrrà occhiali Michael Kors, prima collezione a gennaio - Luxottica e Michel Kors hanno siglato un accordo di licenza per la produzione e la distribuzione delle linee di occhiali Michael Kors Collection and 'Michael' Michael Kors eyewear. La prima collezione prodotta da Luxottica verrà lanciata a gennaio del 2015. L'accordo ha una durata di 10 anni e consentirà a Michael Kors, si legge in una nota, di continuare a espandere su scala internazionale il suo business eyewear. A partire dalla primavera 2015, Luxottica produrrà le collezioni di occhiali da vista e da sole a marchio Michael Kors Collection e a marchio 'Michael' Michael Kors e le distribuirà in tutto il mondo nei negozi monomarca Michael Kors, nei department stores e in una rete selezionata di punti vendita nel canale travel retail, nonché presso gli ottici indipendenti e le catene retail di proprietà di Luxottica.

"Abbiamo ottenuto risultati eccezionali nel settore eyewear e riteniamo che questa nuova collaborazione contribuirà ulteriormente alla crescita del nostro posizionamento lusso nel settore degli occhiali da vista e da sole" ha dichiarato John D. Idol, ceo di Michael Kors. ''Luxottica è leader nel suo settore grazie all'estrema attenzione per la qualità e il design che la rendono il partner perfetto per il nostro marchio lusso. L'eyewear è un componente fondamentale della nostra più ampia strategia di crescita e per proseguire la nostra espansione a livello mondiale".

"Siamo entusiasti e orgogliosi di annunciare la nuova partnership con Michael Kors, uno dei marchi americani di lifestyle e lusso più influenti al mondo'', ha aggiunto Andrea Guerra, ad di Luxottica. ''Michael Kors è estremamente influente nel mondo della moda grazie a prodotti che si rivolgono ad un pubblico di fascia alta e di lusso. Riteniamo che il posizionamento del marchio Michael Kors, la sua solida crescita, gli ottimi risultati ottenuti in tutte le sue aree di attività e il design innovativo delle sue creazioni si inseriscano perfettamente nel nostro portafoglio. Siamo certi che questa collaborazione avrà grande successo''.

Gucci, ingresso diretto nel mercato russo, due negozi a Mosca - Gucci entra direttamente nel mercato retail russo e apre, nella seconda metà dell'anno in corso, due nuovi negozi diretti a Mosca, uno all'interno del department store Gum e un nuovo flagship di quattro piani, in Petrovka Street.

"Gucci - afferma Patrizio di Marco, presidente e ceo Gucci - ha è uno dei marchi di lusso più desiderati in Russia e quindi dai consumatori russi che vivono all'estero. L'influenza e l'importanza di tali consumatori continua a crescere in tutto il mondo, in particolare in Europa. Negli ultimi cinque anni abbiamo elevato con successo il posizionamento del marchio, attraverso una precisa strategia che ha valorizzato da un lato la reputazione e l'autorevolezza del marchio stesso in qualità di leader indiscusso nel settore e dall'altro il patrimonio di oltre 90 anni di sapiente artigianalità italiana".

"La decisione di assumere il controllo diretto della nostra rete retail e del business in Russia - prosegue - è in linea con la strategia di garantire un'esperienza di acquisto coerente in tutti i nostri negozi, in ogni parte del mondo, assumendo progressivamente il controllo dei punti vendita che nel passato erano gestiti da franchisee e distributori".

Milano, sartoria artigiana sfila al Museo Scienza e Tecnica - La sartoria milanese è tornata a sfilare nella cornice del Museo della Scienza e della Tecnologia di Milano, richiamando i materiali della nuova architettura che sta nascendo a Milano e che si prepara per la vetrina di Expo 2015. Con la XVI edizione del 'Gran Defilè della Sartoria', organizzata dall'Unione Artigiani di Milano e di Monza e Brianza e dalla Fondazione Gabriele Lanfredini, con il patrocinio della Camera di Commercio di Milano, il focus è stato sui rapporti internazionali, con un'ottica rivolta soprattutto all'Esposizione Universale dell'anno prossimo.

Il defilè è stato arricchito dalla seconda edizione del premio 'Ago d'oro', che vedrà la competizione fra i modelli creati da tre scuole di moda, presentati nel corso della sfilata e valutati da una apposita commissione che assegnerà l'ambito riconoscimento. Preambolo della sfilata in passerella, una mostra di capi particolari: dall'abito nuziale indossato da Laura Chiatti nel film 'L'amico di famiglia' di Paolo Sorrentino, al vestito ispirato al quadro Circles di Kandinskij; dalla rivisitazione dell'abito di Grace Kelly a un abito con borsetta disegnato da Leonardo da Vinci, oltre ulteriori preziose realizzazioni.

Per Larusmiani una Unique Edition firmata Italia Independent - Un occhiale speciale creato da Italia Independent in esclusiva per Larusmiani. E' stato presentato a Mosca e fa parte della Unique Edition, sviluppata sulla base del bestseller di casa I-I, il modello unisex 090, e realizzata in due varianti per sole 92 unità. Il frontale dell'occhiale, di colore blu profondo, è impreziosito dal trattamento Uv Lux, l'effetto velluto tratto distintivo della produzione di Italia Independent. Le lenti sono sfumate, anch'esse di colore blu. Di grande effetto l'abbinamento con le aste, sulle quali sono state riprodotte due texture care a Larusmiani, ispirate a due pavimenti della Concept Boutique Larusmiani di via Monte Napoleone, introdotte dall'architetto londinese David Collins in occasione della ristrutturazione del 2010.

La prima è la palladiana, che ricorda le pavimentazioni tipiche dell'architettura italiana: reinterpretazione fedele alla tradizione del marmo bianco con fughe blu, colori da sempre identificativi di Larusmiani. Le suggestioni optical del secondo pattern a rombi, invece, si ispirano ai tessuti storici della casa di moda.

"L'idea di realizzare questa collaborazione nasce da una volontà comune continuare ad essere ambasciatori dello stile italiano nel mondo, orgogliosi di custodire e rappresentare l'eccellenza del Made in Italy, la qualità assoluta e la cura dei dettagli" dichiara Guglielmo Miani, ceo e presidente Larusmiani. "La capsule che abbiamo sviluppato per Larusmiani nasce dall'esperienza accumulata da Italia Independent nel campo della customizzazione. Il nostro programma Tailor Made offre oltre 3 milioni di combinazioni possibili per frontali, aste e lenti. Questa Unique Edition è un perfetto mix di tradizione, eleganza e innovazione tecnologica" aggiunge Lapo Elkann, presidente e fondatore di Italia Independent.

Philipp Plein apre in Belgio - Philipp Plein inaugura il suo primo negozio in Belgio, al 217 di Kustlaan street, nel distretto dedicato allo shopping di lusso della località balneare di Knokke. L'interior design della boutique, dislocata su una superficie di 170 metri quadrati al piano terra, è stato curato dallo studio di architettura AquiliAlberg di Milano, in collaborazione con il designer Philipp Plein, fondatore e mente creativa della Maison svizzera. Al suo interno trovano spazio le collezioni abbigliamento uomo e donna, le linee di calzature e accessori della Maison, oltre alla collezione Philipp Plein Petite, dedicata ai più piccoli. "Nel dicembre 2012 ho inaugurato il primo monomarca ad Amsterdam e sono molto lieto di constatare il forte sviluppo del brand nel Benelux", ha dichiarato Philipp Plein.

"La crescita registrata dal brand sembra riflettere il suo successo: un numero sempre crescente di top celebrity in Olanda e Belgio - Dimitri Vegas & Like Mike, Tanja Dexters, Anthony Kumpen, Ellemieke Vermolen e Renate Verbaan per citarne solo alcune - scelgono di indossare le nostre creazioni. L'apertura di uno store nell'elegante e raffinata località turistica di Knokke rappresenta - ha concluso - un ulteriore passo della nostra strategia di espansione dei punti vendita nelle principali mete estive del jet set".

Design: Arper inaugura nuovo showroom negli Emirati Arabi - Arper inaugura a Dubai un nuovo showroom, "per stabilire nuove relazioni e confermare quelle avviate con i professionisti presenti e operativi in quest'area geografica strategica per il futuro dell'azienda e delle altre realtà europee che operano su scala internazionale". Così spiega l'azienda di contract che evidenzia come "l'apertura dello showroom Arper a Dubai si configura dopo un 2013 che ha visto l'inaugurazione di quattro nuovi spazi espositivi: Chicago, lo scorso giugno, Oslo e Amsterdam a settembre, Copenhagen, a novembre, confermando così il 2013 come l'anno in cui più di ogni altro si è concretizzata la strategia di internazionalizzazione di Arper, amplificata ulteriormente grazie ora al presidio ad est, rappresentato dallo showroom negli Emirati Arabi". Lo showroom si estende su 210 mq ed è posizionato al diciannovesimo piano dell'avveniristico complesso U - Bora Towers, situato a Business Bay, nella downtown della città, che ne costituisce l'area maggiormente in espansione. Tutte le collezioni Arper saranno esposte all'interno dello showroom.

Design: da associazione Montenapoleone 60mila euro per Oxfam - Oltre 60mila euro sono stati raccolti dall'Associazione MonteNapoleone con l'asta di oggetti donati dalle aziende del design durante il salone del Mobile di Milano. Verranno destinati a Oxfam per introdurre nei villaggi haitiani al confine con la Repubblica Dominicana cucine ecologiche e ad alta efficienza energetica nelle case, nei locali e nelle scuole, oltre al rafforzamento delle attività in Ecuador dove Oxfam Italia è impegnata nella riduzione della povertà e dell'insicurezza alimentare nell'area andina di Cotacachi. "Nei giorni dell'evento dedicato al design internazionale, i brand del lusso - si legge in una nota - hanno registrato un forte aumento di visitatori con una quota importante proveniente dall'estero, indice estremamente positivo per le vendite, incrementate dalle aperture prolungate delle Boutique nella settimana del Salone del Mobile, ma soprattutto durante la serata di giovedì 10 aprile con la chiusura posticipata alle 20.30".

Le aziende che hanno aderito a questa prima sono state 24: Agape, Alessi, Alias, B&B Italia, Ceccotti Collezioni, Davide Groppi, De Padova, Desalto, Driade, Flexform, Flos, Fontana Arte, Foscarini, Gallotti&Radice, Kartell, Kettal, Luceplan, Mdf Italia, Molteni&C., Missoni Home, Poliform, Sforzin Illuminazione, Venini e Zanotta.

Design: mix di materiali e funzioni nella collezione di Lema - Prende spunto da una citazione di Francis Bacon la nuova collezione di Lema che recita "Le case sono fatte per viverci, non per essere guardate": di qui il senso della produzione che cerca di coniugare bellezza, artigianalità e funzionalità. Gli arredi singoli affiancano i programmi modulari. I materiali sono preziosi, come il noce canaletto; le lavorazioni importanti, come i metalli trattati che si mischiano con altri naturali e materici: il legno incontra il vetro e il metallo. Prosegue la collaborazione di Lema con Christophe Pillet, nata lo scorso anno con una collezione di arredi che aveva come fulcro il contatto tra il metallo trattato e i legni più materici e preziosi. Proprio nell'unione dei materiali è la chiave di lettura della console Novel, dal sapore vintage con gambe in tubolare di metallo cromato in contrasto con il piano in noce canaletto. Un vano porta oggetti rivestito in cuoio si nasconde sotto il piano.

Galerist deve il suo nome al modo in cui espone gli oggetti nello spazio: una vetrina che nasce da uno stilema classico e si reinventa di design. Pillet utilizza il vetro a tutto tondo per creare un palcoscenico all'interno del quale esporre oggetti e ricordi affinché il loro valore venga apprezzato da ogni angolazione. I cardini delle ante sono un dettaglio funzionale ed estetico, realizzati in metallo trattato per ottenere un colore profondo e pieno. In alluminio è tutta la struttura della vetrinetta. Forme eteree e leggere per Mansion una piccola collezione formata da tavolino basso fronte divano e tavolino alto retro divano che arricchiscono e completano la zona living.

Pillet lavora su una base esile in metallo bronzato su cui poggia una vasca in materiale rigido altamente tecnologico atta a contenere. Un piano scorrevole in prezioso rovere termo trattato aggiunge alla funzionalità un'estetica importante: un meccanismo nascosto consente lo scivolamento creando una tridimensionalità particolare e una giustapposizione di superfici sia dal punto di vista visivo che da quello materico.

Design: Rodolfo Dordoni coordina la nuova collezione di Minotti - Non seriale, dal forte legame con la tradizione, formale, rigorosa e artigianale. Queste, in sintesi, le caratteristiche della nuova collezione di arredi Minotti, coordinata da Rodolfo Dordoni.

Il progetto del divano Collar è sostenuto da una tecnologia elaborata da Minotti Studio, che consente di modificare la funzionalità offerta dal divano, attraverso una modulazione dinamica di braccioli e schienali. Un grande lavoro di progettazione sta alla base della famiglia di contenitori Lang, la lavorazione dei quali è riconducibile alla tradizione ebanistica, nella quale ogni dettaglio era progettato proprio in relazione al suo utilizzo. Anche per questa collezione l'azienda ha investito notevolmente nella produzione di stampi, sia per la realizzazione degli schiumati delle nuove sedute, sia nella tecnologia della pressofusione, per la realizzazione di particolari quali i piedini in alluminio della serie Aston.

Per quanto riguarda il tessile una varietà di tessuti quali lino, ciniglia e velluto che si rifanno alla tradizione. Motivi come il pied-de-poule, lo chevron e la losanga sono stati rivisitati in chiave contemporanea. La nuova collezione tessile comprende sei nuove tirelle e sviluppa un moodboard sofisticato e composito che invita a sperimentare accostamenti ton-sur-ton o in leggero contrasto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza