cerca CERCA
Giovedì 09 Dicembre 2021
Aggiornato: 00:17
Temi caldi

Marocchinate, "ritrovati documenti su una strage dimenticata"

13 gennaio 2020 | 15.58
LETTURA: 2 minuti

Coloniali francesi uccisero due uomini e una donna e stuprarono una ragazza di 16 anni

alternate text

Un altro documento sconvolgente è stato ritrovato dall’Associazione Nazionale Vittime delle Marocchinate. Il presidente Emiliano Ciotti, nell’archivio centrale dello Stato di Roma, ha rinvenuto un rapporto dei Carabinieri datato 22 giugno 1944, con il quale viene segnalata una strage efferata compiuta dai coloniali francesi.

Il 18 giugno 1944, alle ore 16.30, in località Faiola, in agro di Velletri – si legge nella denuncia della Benemerita - due militari francesi non identificati intimavano l’alt a quattro contadini “che si recavano alla loro campagna per motivi di lavoro”. I soldati alleati ordinavano ai quattro di tornare indietro e appena questi si voltavano, uccidevano Demetrio Benedetti di anni 56 e Giovanni Benedetti di anni 20, mentre Eugenia Benedetti di anni 27 decedeva dopo quattro re di agonia “mentre veniva trasportata all’ospedale”. Una ragazza di 16 anni era violentata dai due e lasciata esanime a terra, perché “non dava più segni di vita”.

“La ragazza sopravvisse alla strage – dichiara Ciotti – si sposò ed è deceduta nel 2002. Si tratta di una delle tante stragi alleate che sono state colpevolmente dimenticate. I soldati alleati in generale e le truppe coloniali francesi in particolare, si macchiarono di delitti efferati, ruberie e furti, innumerevoli violenze carnali ai danni di donne e uomini italiani. Vicende alle quali invece andrebbe dedicata una Giornata Nazionale del Ricordo – conclude Ciotti – analogamente a quanto accade per le Foibe e la Shoah".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza