cerca CERCA
Venerdì 22 Ottobre 2021
Aggiornato: 10:11
Temi caldi

Motomondiale: Marquez, sorpreso del record ma buon feeling con la moto

06 febbraio 2015 | 11.57
LETTURA: 4 minuti

Il Campione del Mondo in carica ha battuto il record del circuito di Sepang, fermando il cronometro a 1'58.867. "La verità è che quando ho visto il tempo sono rimasto sorpreso, come tutti gli altri! Sono felice di aver fatto un buon giro, ma la cosa più importante è il fatto che mi sentivo molto a mio agio sulla moto, fin dall'inizio"

alternate text
Marc Marquez, campione del mondo MotoGP con la Repsol Honda (Foto Infophoto) - INFOPHOTO

Le Repsol Honda di Dani Pedrosa e Marc Marquez hanno concluso la tre giorni dei primi test 2015 della MotoGp con i migliori tempi, con entrambi i piloti con oltre mezzo secondo di vantaggio sui loro rivali più vicini. Questa mattina il Campione del Mondo in carica, Marc Marquez, ha battuto il record del circuito di Sepang, fermando il cronometro a 1'58.867 all'ottavo giro dei 52 fatti. "La verità è che quando ho visto il tempo sono rimasto sorpreso, come tutti gli altri! In ogni caso, devo dire che oggi la pista era veloce, tutti andavamo più veloci. Sono felice di aver fatto un buon giro, ma la cosa più importante è il fatto che mi sentivo molto a mio agio sulla moto, fin dall'inizio". Marc Marquez è quasi sorpreso di aver battuto il record della pista in questi test a Sepang, ma il feeling con la moto è stato subito ottimo.

Nel pomeriggio, Marc Marquez ha completato una simulazione di gara di 20 giri, ed ha ottenuto dati importanti per le specifiche della sua nuova Honda. "Abbiamo fatto una simulazione di gara nel pomeriggio, che è andato anche molto bene, ed è stato forse ancora più importante del singolo giro. Durante la simulazione di gara abbiamo testato una mappatura diversa e in ogni parte delal moto abbiamo provato cose diverse. La cosa positiva è che con la nuova moto siamo già allo stesso livello del 2014, e c'è ancora molto spazio per migliorare. Ora non vedo l'ora di scendere in pista per la seconda sessione di test, per vedere quali progressi possiamo fare", ha aggiunto lo spagnolo.

Anche Pedrosa, che in mattinata era in ritardo dal compagno di 139 millesimi, ha fatto una simulazione di gara di 20 giri nel pomeriggio - con 10 giri sotto 2'01 - e perfezionato le impostazioni sulla sua RC213V 2015, in preparazione dei prossimi test tra due settimane, facendo registrare il tempo di 1'59.006 all'11 giro dei 41 percorsi. Gli ingegneri dell'HRC ora prenderanno i dati raccolti nei test e torneranno in Giappone per analizzarli e prepararsi per la seconda sessione di test di Sepang, che si terrà dal 23 al 25 febbraio.

"Sono contento del lavoro che abbiamo fatto oggi -ha sottolineato Dani Pedrosa-, perché abbiamo fatto progressi in alcuni aspetti con il posteriore. C'è ancora spazio per migliorare, ma nel complesso abbiamo fatto dei passi piuttosto positivi in questi test e penso sia una cosa molto buona. Il team si è integrato e abbiamo lavorato molto bene insieme, quindi sono molto felice. Abbiamo fatto poi una simulazione di gara in cui abbiamo provato la moto per la prima volta in questo tipo di scenario. Ovviamente ci sono alcune cose da migliorare, ma considerando che era la prima volta, le conclusioni sono state abbastanza buone", ha concluso Pedrosa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza