cerca CERCA
Venerdì 09 Dicembre 2022
Aggiornato: 23:01
Temi caldi

Maschere e trucchi di Carnevale tossici, maxi sequestro della finanza a Roma

24 febbraio 2014 | 15.34
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Oltre due milioni di maschere, trucchi e giocattoli, privi dei necessari certificati di conformità previsti dalla legge e pericolosi per la salute, sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza del comando provinciale di Roma nell'ambito dell'operazione 'Carnevale sicuro'. I finanzieri hanno scoperto la merce, stoccata in quattro depositi nella periferia orientale della Capitale, in via dell'Omo. Alcuni prodotti erano sprovvisti del marchio 'Ce' mentre altri presentavano la grafica 'Ce' difforme da quella prescritta dalla normativa comunitaria.

Alcuni campioni della merce sequestrata sono stati inviati all'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale del Lazio per l'analisi gascromatografica, che "ha evidenziato la presenza, nella composizione delle maschere - spiegano i finanzieri - di quantità elevate di cicloesanone, composto infiammabile e nocivo per inalazione, oltre che irritante per le mucose, le vie respiratorie superiori, gli occhi e della cute".

Quattro persone di nazionalità cinese, tutti amministratori legali delle società cui sono riconducibili i depositi, sono stati denunciati all'Autorità Giudiziaria di Roma,

Il Presidente della Commissione Affari europei e difesa dei consumatori del Consiglio regionale del Lazio, Piero Petrassi, plaudendo all'iniziativa della Guardia di Finanza ha evidenziato che "la pericolosità per la salute dei bambini è notevole negli oggetti contraffatti". "Mi rivolgo - aggiunge - alle tante famiglie che in tempi duri di crisi, cercando di fare divertire i propri figli, acquistano prodotti a prezzi bassi non rendendosi conto della non conformità alle normative di sicurezza, e faccio un appello al senso di responsabilità comune per non abbassare mai la guardia. Auspico - conclude - che tutte le Istituzioni preposte al controllo della qualità di tutti i prodotti in commercio intensifichino i controlli in tale ambito così delicato".

"Abbiamo svolto un'attività di servizio che ci ha evitato di inondare Roma, durante il periodo di Carnevale, con prodotti tossici, soprattutto per i più piccoli. Affrontare la contraffazione significa anche questo, proteggerci dai pericoli legati alla salute", ha dichiarato il Generale del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Roma Ivano Maccani. "Abbiamo sequestrato - ricorda il Generale Maccani - anche un capannone colmo di scarpe, di grandi marchi che subiscono degli effetti, in termini di concorrenza sleale, pesanti. La contraffazione, dunque, distrugge la nostra economia, semina disoccupazione, ma soprattutto calpesta la salute dei cittadini in nome del profitto".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza