cerca CERCA
Venerdì 28 Gennaio 2022
Aggiornato: 07:43
Temi caldi

Massacro di Ferrara, dal figlio 1000 euro all'amico per uccidere

11 gennaio 2017 | 17.11
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma)

"C'è stato un accordo per uccidere con l'uso di un'ascia". Le parole del procuratore capo Bruno Cherchi confermano la premeditazione del duplice omicidio di Pontelangorino in cui Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni hanno perso la vita per mano del figlio 16enne Riccardo Vincelli e di un giovane amico, il 17enne Manuel Sartori. Il figlio era in aperta rottura con i genitori, soprattutto a causa dei brutti voti a scuola e aveva progettato l'omicidio da qualche tempo promettendo 1000 euro all’amico per il delitto.

La coppia è morta uccisa a colpi di scure. Sono stati inferti prima tre fendenti al padre e poi sei alla madre. I due adolescenti non sono riusciti a trasportare e occultare i due cadaveri, inscenando la scomparsa dei coniugi come progettato, così hanno inventato di aver trovato la coppia già morta. 

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza