cerca CERCA
Domenica 17 Ottobre 2021
Aggiornato: 13:00
Temi caldi

Massacro Ferrara, 18 anni al figlio e all'amico

20 febbraio 2018 | 18.22
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni (FOTOGRAMMA)

Diciotto anni di reclusione. E' questa la condanna stabilita dal tribunale per i minorenni di Bologna in rito abbreviato per i due ragazzi imputati dell’omicidio premeditato dei coniugi Salvatore Vincelli e Nunzia Di Gianni, uccisi nel sonno a colpi d'ascia la notte tra il 9 e il 10 gennaio 2017, nella loro casa di Pontelangorino (Ferrara).

Per i due minori, cioè il figlio della coppia all’epoca 16enne e un amico 17enne, ritenuto l’esecutore materiale del delitto, la Procura aveva chiesto 20 anni di carcere.

"Il mio assistito - assicura l'avvocato - si è reso conto di quello che ha fatto ed è pentito, tant'è che le relazioni degli psicologi e degli educatori che l'hanno preso in carico sono tutte ottime. C'erano tutti i presupposti per un percorso diverso da quello carcerario". Il ragazzo è ancora detenuto a Bologna al carcere minorile del Pratello. I due ex amici erano in aula insieme ma, spiega l'avvocato Alberti Mangaroni Brancuti, "non si sono rivolti la parola".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza