cerca CERCA
Giovedì 07 Luglio 2022
Aggiornato: 09:02
Temi caldi

Massimiliano Gallo, attore dell'anno: "Cinema e serie tv alleanza vincente"

24 ottobre 2021 | 17.59
LETTURA: 3 minuti

Il riconoscimento dal 'Premio Penisola Sorrentina' - Premiati anche Mariano Rigillo, Francesco Montanari, Enula, Paola Minaccioni

alternate text
Massimiliano Gallo, attore dell'anno al 'Premio Penisola Sorrentina' - (foto AdnKronos)

Massimiliano Gallo è l'attore dell'anno: il riconoscimento gli è stato attribuito da uno dei premi più prestigiosi nel settore del cinema e dell'audiovisivo, il 'Premio Penisola Sorrentina' e la statuetta con il prezioso cameo consegnata nella serata di gala al Teatro Tasso di Sorrento, condotta dal direttore artistico Mario Esposito. Una dimostrazione diretta di quella che Gallo stesso descrive nell'intervista all'AdnKronos come "una alleanza vincente fra cinema e tv".

L'attore partenopeo (figlio d'arte, il padre era il famoso cantante napoletano Nunzio Gallo, la madre attrice di teatro), protagonista nel grande e nel piccolo schermo, dai film di Paolo Sorrentino 'E' stata la mano di Dio' Leone d'Argento al recente festival del Cinema di Venezia e 'Il silenzio grande' per la regia di Alessandro Gassmann, alle serie tv targate Rai di grande successo come 'I bastardi di Pizzofalcone' e 'Imma Tataranni', è ora atteso nell'ultima fiction con il ruolo principale del titolo, 'Vincenzo Malinconico Avvocato'.

Con Massimiliano Gallo, premiati anche Mariano Rigillo alla carriera, Francesco Montanari per la migliore interpretazione, Paola Minaccioni per la sezione intitolata al ricordo di Dino Verde, Enula per l'audiovisivo musicale, il Maestro Ramin Bahrami per le sue esecuzioni di Bach e il cinema, Claudio Gubitosi fondatore del Giffoni Film Festival per la sezione delle istituzioni culturali, Andrea Romeo di 'Lunedì Film' inserto del 'Quotidiano del Sud' diretto da Roberto Napoletano per l'informazione giornalistica di settore, Sonia Nassery Cole per il segmento dedicato ai diritti umani.

"Il mondo del cinema e quello della televisione per molto tempo sono apparsi come mondi divisi, quasi avversari l'uno dell'altro , mentre ora sono molto correlati - sottolinea Massimiliano Gallo all'AdnKronos - E' vero che i prodotti televisivi potevano allora apparire come 'inferiori' rispetto alla qualità del prodotto cinematografico. Ma oramai si è alzata notevolmente l'asticella dei prodotti tv, penso soprattutto alle fiction Rai di cui è leader del settore e su cui ha investito molto. La serialità è fatta da grandi registi, con grandi attori, per grandi produzioni".

Con un paradosso linguistico, si potrebbe affermare che la 'fiction' tv è sempre più cinema 'vero'... "Proprio così - risponde l'artista insignito del 'Premio Penisola Sorrentina' quale attore dell'anno - Sicuramente è il settore che ha esplorato di più su vari generi e tutto ciò aiuta anche il cinema, specie il cinema italiano che ha ritrovato la voglia di raccontare. Senza dimenticare l'indotto allucinante che i set portano all'Italia e nello specifico al nostro Sud: dalla Campania alla Puglia alla Sicilia, ma anche regioni prima meno 'gettonate' come la Calabria o la Basilicata". E di cui proprio la città di Sorrento è testimone nel tempo.

(di Enzo Bonaiuto)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza