cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 02:47
Temi caldi

Massimo Rebecchi, linee pulite e nuovi accostamenti di colore

25 febbraio 2014 | 12.20
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Massimo Rebecchi immagina la donna del prossimo autunno inverno femminile e sofisticata. Lo stile è delicato: le forme degli abiti accompagnano le silhouette recuperando un heritage classico interrotto da giochi materici e da lampi di colori forti in cui i codici del mondo luxury sono interpretati con naturalezza. Nuovi gli accostamenti di colore, con una forte virata sui pastelli polverosi uniti al cammello e al nude: ecco i cappotti che rivisitano la tradizione e nascondono top d'organza a più strati, uniti a gonne trasparenti, addolcite da sciarpe intarsiate in mongolia dai toni sfumati.

La femminilità delle pencil skirt è smorzata dal contrasto con le texture a tessuti plaid o overcheck. Il minimalismo si esprime nelle cromie bluette e nei verdi cromo, mischiati ai toni violacei illuminati dal giallo oro: la stampa sui toni del blue è check su texture fluide, dove il verde militare si unisce all'oro opaco su maglie, pizzi e lane. Focus sulla maglieria, che si traduce nella lavorazioni in mohair, in merinos, mischiate a pizzi e chiffon, con intarsi a rete e contrasti in seta.

Non mancano look in cui la tendenza all'astrattismo, realizzata dall'unione tra bianco e arancio, crea un mood energetico e determinato. Confort chic per i pantaloni, che sono skinny o al contrario, over: la parola chiave è morbidezza, per una donna seduttiva e convincente. Il nuovo capospalla è il bomber realizzato in mohair a rigature sfumate. Abiti lunghi in chiffon di seta, macramè e broccati; alcuni si aprono a chemisier e danno un senso di stile bohémien.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza