cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 10:55
Temi caldi

Esami

Maturità: conto alla rovescia al via, il 22 giugno prima prova scritta

22 maggio 2016 | 15.41
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Conto alla rovescia al via. Esattamente tra un mese, con la prima prova scritta, quella di italiano, prende ufficialmente il via la Maturità edizione 2016. La prima prova avrà inizio alle 8:30 del 17 giugno e avrà una durata complessiva di sei ore. Lo svolgimento della prima prova scritta prevede diverse opzioni tra cui il candidato potrà scegliere. La prova è rivolta ad "accertare la padronanza della lingua nella quale si svolge l'insegnamento" quindi l'italiano e consentirà all'allievo di scegliere tra diverse opzioni.

Accanto al "classico" tema "su argomento di ordine generale" o a carattere storico o letterario, si potrà optare per l'analisi e il commento di un testo letterario o non, in prosa o in poesia, per la produzione di un articolo di giornale o saggio breve. Quattro tipologie di tracce tra cui gli studenti potranno scegliere: l'analisi di un testo letterario, il saggio breve o articolo di giornale, il tema storico e il tema di attualità.

La seconda prova è in calendario giovedì 23 sempre alle 8.30. La durata è per tutti di 6 ore, tranne che per alcuni indirizzi come il Liceo musicale, coreutico, artistico, dove la prova si svolge in due o più giorni. La terza prova, diversa per ciascuna scuola, ci sarà lunedì 27 giugno sempre alle 8.30.

Per ogni prova scritta verrà assegnato un voto in quindicesimi. La situazione è un po’ differente per quanto riguarda le date degli esami orali. Il Miur infatti non stabilisce quando quest’ultime debbano iniziare poiché la decisione viene lasciata alle singole scuole.

Mentre la prima prova scritta, quella di italiano, è uguale per tutti gli indirizzi, i contenuti della seconda prova scritta invece cambieranno a seconda della tipologia di Istituto. A Gennaio infatti il Ministero ha scelto quali sono le materie di questa prova per ogni liceo, istituto tecnico e professionale. La durata della prova cambia a seconda del tipo di indirizzo di studi e viene specificata dal Miur.

A differenza delle prime due prove, la materia per l’ultima prova scritta della maturità sarà scelta dalle commissioni, e non dal Miur, le quali sceglieranno anche la tipologia, i quesiti e il tempo a disposizione per lo svolgimento.

L’esame orale, ultima prova di maturità, consiste in un interrogazione incrociata su più materie davanti a tutta la commissione. Solitamente si parte dalla presentazione della tesina, ovvero un elaborato che propone un argomento centrale e lo collega a varie materie, oppure in alternativa si procede alla presentazione di una mappa concettuale delle varie materie, si procede con le domande da parte dei commissari per finire con la correzione delle prove scritte. In questo caso la commissione potrà assegnare fino ad un massimo di 30 punti. Anche quest’anno la commissione sarà mista, ovvero composta da alcuni professori interni e da alcuni professori provenienti da altre scuole.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza