cerca CERCA
Martedì 18 Gennaio 2022
Aggiornato: 21:00
Temi caldi

Medicina: 60 mila italiani con rene policistico, simposio a Milano (2)

16 maggio 2014 | 13.05
LETTURA: 3 minuti

(Adnkronos Salute) - Nonostante i numerosi studi clinici in corso volti a trovare soluzioni terapeutiche per contrastare la crescita delle cisti, non esiste ancora una cura che ne rallenti o blocchi la progressione. Attualmente la dialisi (8,2% i pazienti Adpkd in trattamento dialitico in Italia) e il trapianto d’organo rappresentano gli unici interventi terapeutici mirati a ritardare o fermare la malattia. "Nel nostro centro – precisa Messa – il 18% dei pazienti trapiantati è affetto da rene policistico. Prima di procedere con il trapianto, è necessario considerare diverse tipologie di problematiche che si presentano. Nello specifico – prosegue il direttore di Nefrologia, dialisi e trapianto renale – valutazione della tipologia di dialisi prima del trapianto; valutazione della tipologia di trapianto da effettuare e, nel caso si tratti di un trapianto di organo donato da persona vivente, soprattutto se familiare, è importante considerare l’effettuazione di uno screening genetico, qualora la possibilità della diagnosi nel donatore rimanga dubbia; infine, valutazione della preparazione e della tempistica migliori per il paziente stesso".

Non si tratta della prima iniziativa di Airp. "Dopo 15 tappe del Road show e due tavole rotonde, svolte dal 2010 a oggi – afferma Luisa Sternfeld Pavia, presidente di Airp onlus – con questo 'Focus on' abbiamo voluto rispondere all’esigenza di approfondire le maggiori problematiche che l’Adkps comporta. Un’importante occasione nazionale di confronto con i pazienti, supportati dai nefrologi, e fortemente voluta dalla nostra associazione - conclude il presidente Airp - per favorire la conoscenza di un tema molto delicato, ancora troppo poco conosciuto e di non facile comprensione, anche per chi ne soffre".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza