cerca CERCA
Martedì 27 Luglio 2021
Aggiornato: 14:16
Temi caldi

Medicina: ictus per 200 mila italiani l'anno, Rapporto su futuro cure

04 giugno 2014 | 16.30
LETTURA: 3 minuti

Milano, 4 giu. (Adnkronos Salute) - L'ictus, terza causa di morte dopo le malattie cardiovascolari e i tumori, interessa oltre 950 mila italiani con circa 200 mila nuovi casi all'anno e 39 mila ricadute. L'80% delle forme è di natura ischemica: un infarto nel cervello. Un paziente su 5 (20%) muore nel primo mese dopo l'attacco; entro un anno la mortalità sale al 30%, mentre un terzo di chi sopravvive riporta disabilità grave. Salvarsi e mantenere una buona qualità di vita è una questione di tempo e di assistenza: l'intervento multidisciplinare garantito in fase acuta dalle unità ospedaliere dedicate, le Stroke Unit, con un 'gioco di squadra' fra più esperti, preserva da morte o disabilità 5,6 pazienti su 100. Cinque volte più rispetto all'assunzione di acido acetilsalicilico per prevenire ricadute (1,2 su 100). A scattare la fotografia è il 'Quarto Rapporto sull'ictus' (Il Pensiero Scientifico Editore), redatto dall'Irccs Istituto Auxologico Italiano di Milano.

Al manuale, presentato oggi nel capoluogo lombardo, hanno lavorato per 2 anni oltre 30 specialisti. "L'Istituto Auxologico Italiano, che ha tra le sue principali missioni la ricerca e la cura delle malattie cerebrovascolari - sottolinea il direttore scientifico Alberto Zanchetti - ha voluto dedicare il suo Quarto rapporto sull'ictus a una rassegna di quello che si può e si deve fare dopo che si è presentato un ictus. La prevenzione degli eventi cardiovascolari acuti ha fatto incredibili progressi negli ultimi decenni, grazie soprattutto alla terapia antipertensiva e più recentemente all'impiego delle statine, e grazie alla terapia anticoagulante nella fibrillazione atriale". Ma anche se l'ictus non rappresenta più una condanna alla sedia a rotelle, "rimane ai primi posti di mortalità nell'Unione europea ed è la principale causa di disabilità, soprattutto per l'invecchiamento della popolazione europea". (segue)

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza