cerca CERCA
Sabato 03 Dicembre 2022
Aggiornato: 00:07
Temi caldi

Meloni: "Governo di alto profilo". Oggi il giuramento

22 ottobre 2022 | 08.10
LETTURA: 4 minuti

La leader di Fratelli d'Italia accetta l'incarico conferito dal Presidente Mattarella e presenta la lista dei ministri: "Lavorerà spedito"

alternate text
(Fotogramma)

Tutto pronto per il giuramento del nuovo governo al Quirinale. L'esecutivo di Giorgia Meloni giura oggi alle 10. La leader di Fratelli d'Italia ieri ha accettato l'incarico, conferito dal Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, per formare il nuovo governo e ha presentato la lista dei ministri.

Leggi anche

"Ho accettato, dal presidente della Repubblica Sergio Mattarella, l'incarico per formare il nuovo governo e ho presentato la lista dei ministri. Un esecutivo di alto profilo che lavorerà spedito per rispondere alle urgenze della Nazione e dei cittadini", le parole che la leader di Fratelli d'Italia, prima donna a ricoprire la carica di presidente del Consiglio, ha affidato ai social al termine della giornata in cui ha preso forma la squadra composta da 17 uomini e 7 donne. Due vicepremier, Antonio Tajani e Matteo Salvini. Sottosegretario alla presidenza del Consiglio, Alfredo Mantovan. Sono 9 i ministri di Fratelli d'Italia, 5 quelli di Forza Italia e 4 della Lega. Mentre sono 6 le personalità fuori dalla politica che entrano nell'esecutivo.

Dopo l'incontro con Mattarella, nel pomeriggio di ieri, Meloni si è recata alla Camera e al Senato per incontrare i presidenti Lorenzo Fontana e Ignazio La Russa. "E' curioso, è come un cerchio che si chiude", ha detto a Montecitorio alzando lo sguardo su uno dei poster della mostra sulla mafia in corso alla Camera. Nel poster, l'immagine di Paolo Borsellino: "Ho cominciato a fare politica il giorno dopo la strage di via D'Amelio. E' un cerchio che chiude". Nel pomeriggio, anche una telefonata con il premier uscente Mario Draghi.

BERLUSCONI - "Congratulazioni al nuovo Presidente del Consiglio Giorgia Meloni e ai Ministri. Buon lavoro a tutti. Noi di Forza Italia daremo un contributo decisivo e qualificato: possiamo finalmente affrontare i problemi degli italiani e far ripartire il Paese", ha scritto sui social Silvio Berlusconi, leader di Forza Italia, dopo il conferimento dell'incarico a Meloni. Nella mattinata di ieri, dopo le consultazioni-lampo, Berlusconi ha tenuto un low profile davanti ai cronisti: parola solo alla leader di Fratelli d'Italia e l'ex premier si è segnalato solo per un'alzata di sopracciglia con cui ha 'commentato' l'aggettivo "unanime" che Meloni ha utilizzato per definire la propria investitura (video).

"La tempestività con cui è stata composta la squadra di governo è sintomatica della determinazione con la quale il centrodestra intende affrontare la responsabilità di guidare l’Italia. Congratulazioni e in bocca al lupo al primo presidente del Consiglio donna, Giorgia Meloni, ai ministri di Forza Italia Annamaria Bernini, Elisabetta Casellati, Gilberto Pichetto Fratin, Antonio Tajani e Paolo Zangrillo e a tutti i componenti del nuovo governo", dice in una nota la presidente del gruppo Forza Italia al Senato, Licia Ronzulli.

SALVINI - "Uniti, rapidi ed efficienti: come promesso, nasce il governo di centrodestra voluto da milioni di italiani. Le donne e gli uomini scelti dalla Lega si occuperanno direttamente di cantieri e lavoro, economia, scuola, sicurezza, autonomia e persone disabili". Sabato "ci sarà il giuramento, poi tutti in ufficio per l'Italia e per gli italiani", ha scritto sui social Salvini. Il leader della Lega, nel nuovo esecutivo, è stato designato come vicepremier e ministro delle Infrastrutture.

"Ci metterò tutta la mia energia", ha detto citando le sue priorità: "La gronda di Genova, il Ponte di Messina" e i cantieri stradali aperti. "Ci sono infrastrutture ferme da 20 anni... Sbloccare i cantieri significare creare sicurezza e creare lavoro". Tra le priorità anche la "sovranità energetica: penso all'energia nucleare pulita e sicura di ultima generazione. E' l'unico modo in prospettiva per rendere le bollette meno care".

LA SQUADRA DI GOVERNO - Ministri senza portafoglio - Luca Ciriani (Fdi) ai Rapporti con il Parlamento; Paolo Zangrillo (Fi) alla Pa; Roberto Calderoli (Lega) agli Affari regionali e Autonomie; Nello Musumeci (Fdi) alle Politiche del Mare e del Sud; Raffaele Fitto (Fdi) agli Affari Ue, Pnrr e Coesione; Andrea Abodi allo Sport e Giovani; Eugenia Rocella (Fdi) alla Famiglia, Natalità e Pari Opportunità; Alessandra Locatelli (Lega); Elisabetta Casellati (Fi) alle Riforme istituzionali.

Ministri - Antonio Tajani (Fi) agli Esteri che sarà anche vicepremier; Matteo Piantedosi all'Interno; Carlo Nordio (Fdi) alla Giustizia; Guido Crosetto (Fdi) alla Difesa; Giancarlo Giorgetti (Lega) all'Economia e Finanze; al Mise che diventa ministero delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso (Fdi); al ministero dell'Agricoltura e della Sovranità alimentare Francesco Lollobrigida (Fdi); al Mite che diventa ministero dell'Ambiente e Sicurezza energetica Gilberto Pichetto Fratin (Fi); alle Infrastrutture e Mobilità sostenibile Matteo Salvini (Lega) che sarà anche vicepremier; Marina Calderone al Lavoro e Politiche sociali; Giuseppe Valditara al ministero dell'Istruzione e del Merito; Anna Maria Bernini (Fi) all'Università; Gennaro Sangiuliano alla Cultura; Orazio Schillaci alla Sanità; Daniela Santanchè (Fdi) al turismo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza