cerca CERCA
Giovedì 23 Settembre 2021
Aggiornato: 07:36
Temi caldi

Meningite, 14enne in Rianimazione a Milano. Regione convoca esperti

20 febbraio 2017 | 10.12
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Foto di repertorio (Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Meningite ancora sotto i riflettori in Lombardia, dopo che un 14enne di Segrate è stato ricoverato nel Reparto di Rianimazione dell'ospedale San Raffaele di Milano per sepsi meningococcica. L'annuncio della comunicazione giunta dall'Ats Città Metropolitana è stato dato ieri dall'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera. "Al momento sono ancora in corso gli esami per individuare il ceppo, ma fortunatamente le sue condizioni sembrano migliorare", ha spiegato in una nota. "Nel frattempo - ha aggiunto - sono già stati sottoposti a profilassi antibiotica 25 compagni di classe del ragazzo che frequenta l'Istituto Pavoniano Artigianelli di via Crespi, e 14 insegnanti. Attivata la profilassi anche per familiari e amici, in tutto 12 persone".

"Alla luce di questo nuovo caso - ha annunciato quindi l'assessore - nonostante il tasso di incidenza dei casi di meningite nella nostra regione sia ancora coerente con quello degli scorsi anni, ho deciso di convocare una riunione affinché si avvii un approfondimento sul quadro epidemiologico ed eventuali azioni da adottare, con i massimi esperti di Igiene pubblica e Infettivologia quali Paolo Grossi, ordinario di Malattie infettive all'università degli Studi dell'Insubria; Carlo Signorelli, professore ordinario di Igiene e Sanità pubblica dell'università di Parma e presidente uscente della Società italiana di igiene, medicina preventiva e sanità pubblica; Gian Vincenzo Zuccotti, direttore Clinica pediatrica università degli Studi di Milano, ospedale dei bambini Buzzi; Francesco Auxilia, professore di Igiene generale e applicata, Scienze infermieristiche e Statistica medica dell'università degli Studi di Milano; Giuliano Rizzardini , direttore e responsabile malattie infettive 1 dell'ospedale Luigi Sacco-Polo universitario, e Anna Pavan, direttore dell'Ats di Pavia e esperta di igiene. Vogliamo che i cittadini lombardi abbiano la certezza che la loro salute e incolumità è obiettivo prioritario per Regione".

"Intanto - ha proseguito Gallera - migliorano anche le condizioni della bambina di 7 mesi ricoverata" sempre per meningite "all'ospedale Buzzi di Milano, che inizia a rispondere positivamente alle terapie".

Nella giornata di ieri l'assessorato regionale al Welfare ha diffuso anche una precisazione, in merito a 12 bambini residenti nell'area di Trucazzano, che fra sabato e domenica si sono presentati al Pronto soccorso dell'ospedale di Melzo con sintomi di vomito e diarrea, e che sono stati già tutti dimessi. "L'Ats Città Metropolitana di Milano - ha riferito Gallera - ci ha informato che solo 4 di questi erano stati sottoposti a profilassi antibiotica giovedì 16 febbraio, in seguito al decesso per meningite meningococcica della loro catechista, quindi i sintomi comuni sono riconducibili alla forma di influenza ora in atto e non alle misure precauzionali attivate per la meningite".

"L'Ats ci ha inoltre precisato - ha evidenziato l'assessore - che i contatti stretti sottoposti a profilassi a seguito dell'attività della donna presso la parrocchia sono stati 46 adulti e 51 bambini, e che in occasione dell'incontro informativo presso la parrocchia la Struttura di Igiene pubblica aveva provveduto a informare tutti i presenti e a distribuire documentazione riportante tutte le informazioni relative all'assunzione dell'antibiotico e alle possibili controindicazione e interazioni farmacologiche".

"Per questo - ha concluso Gallera - in riferimento alla colorazione rossa delle urine riscontrata in alcuni dei soggetti presentatisi al Pronto soccorso, preciso che era stato comunicato ai genitori che il farmaco assunto (rifampicina) avrebbe potuto indurre tale reazione, tanto che nello stesso 'bugiardino' del farmaco si legge: 'nonostante sia un antibiotico ben tollerato, il farmaco può determinare una colorazione rossa delle urine e di altre secrezioni come ad esempio le lacrime con eventuale colorazione di lenti a contatto'".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza