cerca CERCA
Lunedì 03 Ottobre 2022
Aggiornato: 07:56
Temi caldi

Uomo morto a Napoli, Asl: "Non è meningococco"

30 dicembre 2016 | 12.04
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Il decesso di S.A., 46enne morto ieri nel quartiere Fuorigrotta a Napoli, "non può essere collegato a decesso per malattia infettiva da meningococco". Lo rende noto la Asl Napoli 1 Centro dopo aver svolto "gli accertamenti presso il medico curante che ha certificato la morte del paziente per fibrillazione ventricolare in un soggetto già cardiopatico, nonché presso il 118 che ha certificato la constatazione del decesso". Il 46enne è morto ieri sera prima di essere ricoverato in ospedale per un'improvvisa febbre alta, circostanza che aveva fatto sospettare che si potesse trattare di un caso di meningite.

Oggi si è svolta una riunione nella sede della Regione Campania, dove il governatore Vincenzo De Luca ha incontrato i responsabili delle strutture sanitarie della Campania e dell’ospedale Cotugno di Napoli (Azienda dei Colli), centro regionale di riferimento per le malattie infettive. "Partendo dalla premessa che allo stato in Campania non esiste ceppo epidemico - spiega una nota - le strutture della Regione sono mobilitate ai massimi livelli per garantire i servizi 'tempo dipendenti' necessari, che sono decisivi nell’affrontare questo tipo di patologia".

A tutte le aziende sanitarie e le aziende ospedaliere, il cui personale sanitario è già attivo nell’applicazione dei protocolli previsti, sarà inviata una guida operativa da seguire nei casi che siano anche solo sospetti. Sarà inoltre potenziata la campagna vaccinale antimeningococcica per i bambini e gli adolescenti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza