cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:32
Temi caldi

Animali

Meno stress e assenze dal lavoro con il cane in ufficio

25 febbraio 2016 | 16.04
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Immagine di repertorio (Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Lavorare con l'amico a quattro zampe accanto aumenta la produttività e migliora il clima di fiducia tra colleghi. Una realtà già sperimentata all'interno del nuovo Campus del Gruppo Nestlé ad Assago (Milano), dove, grazie al progetto Pets@work, i collaboratori di Purina e del Gruppo Nestlé possono portare con sé il proprio cane negli uffici. Molti sono i benefici portati dalla presenza di un cane in ufficio tra cui il minor stress, la maggiore produttività, la migliore collaborazione, fiducia e gioco di squadra tra colleghi, oltre a una diminuzione delle assenze per malattia: di fatto, un aumento del benessere sul luogo di lavoro.

"Si tratta di una conquista importante che cambia in modo duraturo il modo di lavorare in azienda e che vuole contribuire a sensibilizzare sempre più sui benefici che il rapporto con un animale da compagnia può portare nella vita quotidiana delle persone" sottolinea in una nota Purina. "Portare il cane in ufficio, infatti, migliora la qualità di vita delle persone anche sul lavoro, rendendo l’atmosfera più rilassata e aumentando l’interazione fra colleghi".

Molti sono i benefici portati dalla presenza di un cane in ufficio tra cui il minor stress, la maggiore produttività, la migliore collaborazione, fiducia e gioco di squadra tra colleghi, oltre a una diminuzione delle assenze per malattia: di fatto, un aumento del benessere sul luogo di lavoro.

Se i benefici sono chiari, meno definite sembrano essere le posizioni delle aziende sul tema, soprattutto in Italia. Mentre all’estero la possibilità di poter portare i propri cani in ufficio inizia a diventare un’abitudine sempre più diffusa - negli Stati Uniti 1 azienda su 5 è pet friendly - nel Bel Paese sembrano esserci ancora diverse barriere, ritardi e resistenze.

Per poter portare il proprio cane in azienda il proprietario deve: aver conseguito il patentino del Buon Conduttore Cinofilo, rilasciato in collaborazione con il Centro Cinofilo Il Biancospino, riconosciuto dall’Enci, presentare il certificato di buona salute del cane, possedere polizza assicurativa che copra eventuali danni a terzi/cose causati dal cane. Il cane deve essere in regola con la normale profilassi vaccinale e antirabbica e possedere il regolare microchip ed essere registrato all’anagrafe canina.

Se si desidera portare il proprio cane in ufficio è necessario avvalersi dell’apposito sistema di prenotazione per garantire la presenza adeguata di 4 cani al giorno. Ogni proprietario avrà a disposizione 3 prenotazioni settimanali per consentire anche agli altri colleghi la possibilità di avvalersi del servizio.

All’interno dell’area Purina del Campus Nestlé di Assago (Milano), è stata predisposta un’area per la cura dei cani, come asciugarli se è una giornata di pioggia e dare loro acqua e cibo.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza