cerca CERCA
Giovedì 17 Giugno 2021
Aggiornato: 08:16
Temi caldi

In tv

Mentana contro Grillo: "Ci offende, lo quereliamo per diffamazione" /Video

04 gennaio 2017 | 08.29
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Enrico Mentana durante il Tg La7 (fermo immagine dal video)

"Sul blog di Grillo c'è scritto che 'giornali e tg sono i primi fabbricatori di notizie false nel Paese con lo scopo di far mantenere il potere a chi lo detiene', ecco permettetemi di dire che questa è una solenne fesseria". Così Enrico Mentana, durante l'apertura del Tg di La7, ha argomentato la decisione di querelare il fondatore del Movimento Cinque Stelle Beppe Grillo, in seguito al post pubblicato ieri sul suo blog nel quale definisce "giornali e tg sono i primi fabbricatori di notizie false" e propone "una giuria popolare per le balle dei media".

"La cosa ci tocca direttamente - ha spiegato il direttore del Tg La7 - perché tra i loghi dei telegiornali c'è anche quello del nostro tg. Dire che siamo fabbricatori di notizie false è un'offesa al nostro lavoro. In attesa che esista questa 'giuria popolare', siccome esiste già la giustizia in Italia, abbiamo deciso di querelare per diffamazione il garante del Movimento, cioè Beppe Grillo, autore di questo testo. Non possiamo consentire in nessun modo che la linearità e soprattutto la correttezza dal punto di vista etico delle nostre scelte venga messa in discussione direttamente, rappresentando il nostro logo".

"Grillo potrà fare quello che vuole - ha concluso Mentana - può venire direttamente, o mandare dei suoi emissari nella nostra videoteca, che è a sua disposizione. Se troverà qualcosa che suffraghi questa tesi vincerà la causa, sennò il ricavato di quanto il giudice disporrà eventualmente in sede civile andrà a favore delle popolazioni terremotate del Centro Italia". "Ma noi ci teniamo a un aspetto importante - ha poi precisato Mentana, rivolgendosi ai telespettatori - se ci state seguendo sapete che facciamo con passione e dedizione assoluta il nostro lavoro e non permettiamo a nessuno di mettere in discussione il lavoro di tutti noi. L'ha scritto Grillo, l'avesse scritto qualunque altro, avremmo agito allo stesso modo".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza