cerca CERCA
Martedì 29 Novembre 2022
Aggiornato: 11:35
Temi caldi

Mercedes celebra il 25° dal debutto della prima Classe A

26 marzo 2022 | 18.51
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Tutto iniziò con due show car: nel 1993 e nel 1994 la Vision A 93 e lo Studio A derivato anticiparono al pubblico il nuovo concept con cui Mercedes-Benz entrò in un inedito segmento per la Casa di Stoccarda. Entrambe le concept portano direttamente alla Classe A (modello serie 168), che venne presentata a Marzo del 1997 al Salone di Ginevra e prodotta fino al 2005 in oltre 1,1 milioni di esemplari.

Con la première del 1997, Mercedes dà inizio anche a una lunga storia di successo. L'attuale Classe A (serie 177) è la quarta generazione della compatta. La prima fu un’importante protagonista dell’offensiva di prodotto alla fine degli anni '90, anche se poco dopo l'inizio della produzione, nell'ottobre 1997, un evento ne segnò la storia. Durante una prova di guida non standardizzata ("test dell'alce") in Svezia, una Classe A si ribalta. Mercedes-Benz risponde equipaggiando di serie tutti i veicoli della serie con i sistemi elettronici di stabilità ESP e di assistenza automatica alla frenata BAS. Inoltre, viene adottato un assetto molle/ammortizzatori più solido, completato da un abbassamento della carrozzeria e da pneumatici della misura 195/50 R 15 invece della dimensione originale (175/65 R 15). Tutti i 18.000 veicoli già consegnati vengono convertiti gratuitamente per i clienti.

Con l'ESP, il BAS, gli airbag e gli airbag laterali nelle porte anteriori, i pretensionatori e i limitatori di forza delle cinture di sicurezza, la Classe A è meglio equipaggiata di qualsiasi altro veicolo del segmento e apre la strada a una diffusione su scala industriale di questi sistemi di sicurezza attiva, soprattutto nei veicoli più piccoli. La Classe A non è soltanto la prima Mercedes-Benz di serie con trazione anteriore, ma stabilisce anche nuovi standard in termini di sicurezza passiva nel segmento grazie a un inedito pianale a sandwich. Inoltre, grazie al doppio pavimento, gli occupanti della Classe A siedono relativamente in alto, ciò facilita l’accesso a bordo. A questo si aggiunge la spaziosità di una station wagon di medie dimensioni a cinque porte. Il sedile posteriore può essere spostato o rimosso. Come optional, anche il sedile del passeggero può essere rimosso in pochi passi. In totale sono possibili 72 diverse disposizioni dei posti a sedere. Da allora, il Marchio ha ripetutamente fissato nuovi standard nel segmento e lo ha ampliato attraverso modelli di altrettanto successo sulla stessa piattaforma tecnica come la Classe B, CLA, GLA e GLB.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza