cerca CERCA
Domenica 29 Maggio 2022
Aggiornato: 12:57
Temi caldi

Merkel: "Inaccettabile ciò che è accaduto a Colonia, "

07 gennaio 2016 | 16.38
LETTURA: 3 minuti

alternate text
Angela Merkel (FOTOGRAMMA) - FOTOGRAMMA

Angela Merkel sottolinea la necessità di arrivare alle conseguenze per "i fatti criminali ripugnanti" compiuti contro le donne a Colonia la notte di San Silvestro. Fatti che "la Germania non accetta", ha affermato.

"La sensazione - in questo caso delle donne - di sentirsi completamente vulnerabili è anche per me personalmente intollerabile", ha affermato la cancelliera. Merkel ha quindi detto di voler valutare "se sia stato fatto tutto il necessario per rimpatriare gli stranieri che si siano macchiati di reati in Germania, per dare anche qui un messaggio chiaro a coloro che non vogliono rispettare le nostre leggi".

Merkel ha precisato che ciò che è accaduto a Colonia così come in altre città "non sono solo casi isolati".

16 SOSPETTI - E' intanto salito a 16 il numero delle persone sospettate di aver compiuto le aggressioni sessuali nei pressi della stazione ferroviaria principale di Colonia, mentre le denunce sono in tutto 121. Lo ha riferito un portavoce della polizia tedesca, spiegando che gli uomini non sono ancora stati identificati per nome ma sarebbero chiaramente riconoscibili attraverso i video e le foto scattate durante la notte di San Silvestro.

Circa tre quarti delle vittime ha riferito di essere state molestate sessualmente, in due casi si tratta di stupro. Testimoni e vittime hanno confermato che gli aggressori erano per lo più di origine nordafricana e araba. "La polizia analizzerà i video registrati dalle telecamere a circuito chiuso e da testimoni oculari che si trovavano nella zona, per determinare il grado di coinvolgimento dei sospetti", ha detto la fonte però senza palare di arresti.

Secondo i dati della polizia, circa 1.000 uomini di età compresa tra i 18 ei 35 anni "in forte stato di ebbrezza" e suddivisi in piccoli gruppi hanno circondato, molestato e derubato le donne nella piazza di fronte alla stazione centrale di Colonia. Una situazione che, rivela un rapporto della polizia pubblicato dal quotidiano 'Bild' e dall'edizione online dello 'Spiegel', avrebbe potuto "anche provocare dei morti". La tesi degli investigatori è che le aggressioni siano state organizzate e si indaga su una rete criminale proveniente dalla vicina Duesseldorf.

IL MINISTRO DELLA GIUSTIZIA - La recente ondata di crimini a Colonia - registrati, anche se in misura molto minore, ad Amburgo, Stoccarda e Francoforte - ha infiammato il dibattito in corso circa le ripercussioni dell'enorme afflusso di migranti entrati in Germania nel 2015. A questo proposito il ministro della Giustizia, Heiko Maas, ha annunciato che se emergesse che fra i responsabili ci sono anche dei richiedenti asilo, questi saranno espulsi. "Le espulsioni sono ammesse per i richiedenti asilo se condannati a un anno o più di prigione, pena possibile nel caso di reati sessuali", ha detto Maas.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza