cerca CERCA
Sabato 16 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:32
Temi caldi

Al cinema

Meryl Streep: "In 'Dove eravamo rimasti' sono una persona vera"

08 settembre 2015 | 13.57
LETTURA: 4 minuti

alternate text
Meryl Streep in una scena del film

Sarà al cinema da giovedì 'Dove eravamo rimasti' (titolo originale 'Ricki and The Flash'). Uscito negli Usa il 7 agosto scorso, è interpretato dalla pluripremiata Meryl Streep, questa volta nei panni della rockstar Ricki Rendazzo che, dopo aver fatto di tutto per rincorrere successo e celebrità, decide di ritornare a casa per recuperare il rapporto con la sua famiglia.

"Questo film non racconta di famiglie perfette, impacchettate col fiocco. Qui le persone sono vere. Sono vere, complicate, un disastro. Eppure alla fine è divertente, anche se commovente", spiega la Streep la cui figlia nel film è Mamie Gummer, ovvero sua figlia anche nella realtà. Il film distribuito da 'Warner Bros. Entertainment Italia' in 230 copie, è diretto dal regista premio Oscar Jonathan Demme, che ha firmato pellicole come 'Il silenzio degli innocenti', 'Philadelphia', 'The Manchurian Candidate'.

"Jonathan è la persona che preferisco, tra tutte quelle con cui ho lavorato nella mia vita. Non credevo che si potesse tenere così tanto ai personaggi e alla sceneggiature di un film - ha spiegato la sceneggiatrice statunitense Diablo Cody, premiata agli Academy Awards per la miglior sceneggiatura originale per 'Juno' - Parlavamo in continuazione di quello che succedeva sul set e dello sviluppo della storia, che per certi versi ci ha ossessionati".

“Tutti hanno una parte del passato che vorrebbero cambiare - afferma il regista Jonathan Demme - Ricki, portata in vita da Meryl Streep, è una chitarrista e una mamma rock piena di rimorsi per il suo passato che ora ha l’occasione per riscattarsi e cercare di aggiustare le cose. Quando Ricki vede la figlia disperata, capisce che quella è un’opportunità di redenzione per raddrizzare tutte le scelte sbagliate che ha fatto nella sua vita”.

“Dobbiamo tutti convivere con gli errori del nostro passato - racconta la Streep - Credo che Ricki vorrebbe che i figli la amassero di più e la capissero di più, e questo si chiama rimorso. Eppure ogni scelta compiuta le è chiara, e ne è più che consapevole. Vive sul momento, agisce d’impulso e questo per lei è imperativo e vitale. È stato piacevole interpretare il ruolo di una persona che non agisce come tutti si aspettano da lei. È come se dicesse, ‘Non posso essere diversa da quello che sono’”.

Ricki Rendazzo è un personaggio ideato e raccontato da Diablo Cody, la sceneggiatrice vincitrice di Oscar di Juno. Cody spiega come l’ispirazione per questo personaggio le sia di fatto arrivato dalla sua vita personale e da una persona a lei vicina. “Per il personaggio di Ricki mi sono ispirata alla vita di mia suocera, che è una cantante leader di una band rock del New Jersey che si chiama 'Silk and Steel'. Molte persone credo che la giudichino per essere ancora in giro a suonare rock da mamma o nonna, ma a lei non importa un bel niente. Ed è quello che amo di lei".

Nel film, Ricki Rendazzo lascia la sua casa di Los Angeles per tornare in Indiana dalla figlia Julie che sta vivendo una crisi personale. Dalla sua vita tutta rock ‘n’ roll, torna alla vita che aveva abbandonato come Linda Brummel, moglie e madre di tre figli. Come fa notare Cody, per quanto Ricki voglia redimersi, lo vuole comunque fare a modo suo.

Interpretare questo ruolo ha offerto alla Streep la possibilità di lavorare con la figlia attrice, Mamie Gummer (Cake, Effetti collaterali). Con una relazione madre-figlia al cuore della storia, è chiaro che il realismo di questo rapporto ha aggiunto intensità al film. Il regista Demme ha voluto che madre e figlia non parlassero mai delle scene al di fuori dal set. Sebbene molto vicine nella vita reale, il rapporto di estraniamento nel film è palpabile, come la loro somiglianza fisica. La realtà genetica aggiunge per forza un raro livello di realismo al film.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza