cerca CERCA
Mercoledì 16 Giugno 2021
Aggiornato: 16:46
Temi caldi

Messico, 'El Chapo' ricorrerà contro l'estradizione negli Usa

21 maggio 2016 | 07.58
LETTURA: 2 minuti

alternate text
(Xinhua)

Il boss del cartello della droga di Sinaloa Joaquin 'El Chapo' Guzman intende ricorrere, fino alla Corte suprema se necessario, contro il provvedimento del governo che autorizza la sua estradizione negli Stati Uniti. Lo ha spiegato uno dei suoi legali, Jose Refugio Rodriguez, all'emittente Milenio TV citando la fragilità dell'assicurazione data dagli Stati Uniti al Messico circa la non applicazione, in questo caso, della pena di morte. "Non esiste una garanzia di questo genere, ogni stato del Paese vicino è autonomo e ha le sue leggi", ha aggiunto il legale.

Guzman ha 30 giorni di tempo per presentare il suo ricorso, ha precisato il ministero della giustizia a Città del Messico. Dallo scorso sette maggio Guzman è detenuto in un carcere di Ciudad Juarez, al confine con gli Stati Uniti, dove gli è stata notificata la decisione per l'estradizione richiesta da un tribunale federale del Texas, uno degli stati americani che applica la pena di morte, con le accuse di reati contro la sanità pubblica, criminalità organizzata, possesso di armi, omicidio e riciclaggio di denaro.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza