cerca CERCA
Giovedì 02 Dicembre 2021
Aggiornato: 11:17
Temi caldi

Migranti, 4 dispersi dopo naufragio nel Mar Egeo

29 giugno 2020 | 12.43
LETTURA: 1 minuti

35 i soccorsi. Ocean Viking con 118 persone a bordo chiede porto di sbarco

alternate text
Immagine di repertorio (Fotogramma) - FOTOGRAMMA

Nuovo naufragio di un barcone carico di migranti nel Mar Egeo. La Turchia dà notizia del salvataggio da parte della Guardia Costiera di 35 migranti che erano a bordo di un barcone che ha fatto naufragio al largo del distretto di Ayvalik, nella provincia di Balikesir. Secondo fonti della sicurezza citate dall'agenzia ufficiale Anadolu, proseguono le operazioni alla ricerca di almeno quattro dispersi.

Una nota della Guardia Costiera turca parla dell'impiego nelle operazioni di imbarcazioni, sommozzatori e di un elicottero. Secondo il comunicato, tra le persone tratte in salvo - le cui nazionalità non vengono rese note - alcune avrebbero sostenuto che la Guardia Costiera greca avrebbe respinto il barcone, danneggiandolo e prelevando il carburante.

La Turchia afferma di ospitare circa quattro milioni di rifugiati, compresi 3.6 milioni di siriani fuggiti dal conflitto in patria.

Intanto la nave Ocean Viking "è in stand-by tra Malta e Italia da domenica mattina". "Finora, non abbiamo ricevuto risposta dalle autorità marittime alle 2 richieste di un POS per fare sbarcare 118 persone soccorse il 25 giugno", scrive Sos Mediterranee su Twitter.

Mentre "alle 6.20 di questa mattina la nave Mare Jonio ha soccorso 43 persone, tra cui donne e minori, a circa 40 miglia a nord di Zuara (Libia)". "Erano a bordo di un'imbarcazione piena d'acqua e sovraccarica, a rischio di affondare - scrive su Twitter Mediterranea Saving Human -. Adesso sono sani e salvi sulla nostra nave. Benvenuti!".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza