cerca CERCA
Giovedì 15 Aprile 2021
Aggiornato: 00:42
Temi caldi

Migranti, Alan Kurdi a Olbia. Salvini: "Grazie a leghisti che tentano di bloccare sbarco"

25 settembre 2020 | 12.48
LETTURA: 1 minuti

alternate text
(Afp)

La nave Alan Kurdi ha attraccato stamane al molo Cocciani di Olbia (SS), a bordo i 125 migranti salvati in mare dalla ONG tedesca. Ad attenderla un nutrito dispiegamento di forze di polizia e un gruppo di manifestanti, guidati dalla Lega sarda. A poter varcare il cancello del molo solo il deputato leghista Eugenio Zoffili, coordinatore sardo del partito di Matteo Salvini, e l’assessore regionale dei Trasporti, Giorgio Todde. Zoffili protesta seduto sul molo di fronte alla Alan Kurdi: "E’ una vergogna, siamo contrari all’arrivo di questi immigrati clandestini, lo abbiamo espresso anche con il presidente della Regione, Christian Solinas. Non vogliamo che la Sardegna diventi come Lampedusa, isola bellissima che vive tra mille problemi per colpa dell’immigrazione clandestina". Il coordinatore ha anche lamentato il fatto che non è stato permesso ad alcuni consiglieri regionali della Lega, arrivati con lui, di superare la cancellata del molo.

Plauso del leader leghista Matteo Salvini alla protesta: "Ringrazio il deputato Eugenio Zoffili che in questo momento, insieme a consiglieri e militanti sardi, sta cercando di bloccarne lo sbarco in Sardegna", ha scandito in un videomessaggio. "Perché una nave tedesca diretta in Francia dopo essere stata respinta da Malta con 125 clandestini a bordo sta sbarcando proprio ora in Italia, a Olbia? Non è generosità, non è solidarietà: significa farsi prendere in giro. Punto", ha affermato Salvini. ".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza