cerca CERCA
Giovedì 24 Giugno 2021
Aggiornato: 09:06
Temi caldi

Migranti, nuovi sbarchi nella notte a Lampedusa

10 maggio 2021 | 09.48
LETTURA: 3 minuti

Al collasso l'hotspot dell'isola, dove a fronte di 250 posti sono oltre 2.100 le presenze. Al via i trasferimenti

alternate text
(Fotogramma)

Nuovi sbarchi di migranti nella notte a Lampedusa. Dopo i quasi 1.500 arrivati ieri, intorno alle 23 un barcone con 352 persone a bordo è stato intercettato a 9 miglia dall'isola. Poco dopo un secondo arrivo con 101 migranti, fra cui 10 donne e 3 bambini e un altro con 95 persone, tra cui 2 donne e 5 bambini. Intorno all'una un terzo approdo: 97 migranti, tra cui 4 donne e due minori. Arrivi di massa che hanno messo sotto pressione l'hotspot dell'isola, dove a fronte di 250 posti sono oltre 2.100 le presenze.

Leggi anche

E' stato intanto disposto il trasferimento di circa 500 migranti degli oltre 732 migranti che si trovano sul molo Favaloro, a Lampedusa. Alcuni di loro, arrivati nelle scorse ore, hanno trascorso la notte all'addiaccio. La priorità, come spiegano dalla Prefettura di Agrigento, è data ai soggetti vulnerabili, donne e bambini. Nel pomeriggio, invece, i vigili del fuoco monteranno una tenda per dare riparo a chi non trova posto nell'hotspot di contrada Imbriacola.

Da stamattina è in azione la macchina dei trasferimenti: 200 migranti sono stati imbarcati sul traghetto di linea per Porto Empedocle, altri 317 sulla nave quarantena Splendid. La seconda nave, l'Azzurra, arrivata stamani sulla più grande delle Pelagie a causa delle cattive condizioni del mare non è riuscita ad attraccare

SINDACO

La cabina di regia a cui lavora il governo Draghi per affrontare il dossier migranti con tutti i ministeri competenti? "Un primo passo, mi aspetto che il tema resti al centro dell'agenda dell'Esecutivo". Il sindaco di Lampedusa, Totò Martello, è cauto. "Non si può continuare a parlare di 'emergenza migranti' - dice all'Adnkronos -, il fenomeno è strutturale, va avanti da anni e non si può certo risolvere lavorando solo sull'accoglienza. Occorre agire sulle partenze, lavorare sull'altra sponda del Mediterraneo". Il maltempo nei giorni scorsi ha concesso una tregua alla piccola isola ormai da anni abituata agli approdi dei migranti sulle proprie coste. Ma ieri, complici le condizioni meteo favorevoli, le motovedette di Capitaneria di porto e Guardia di finanza sono state impegnate senza soluzione di continuità in una ventina di operazioni di soccorso.

"Certo non ci si può affidare al meteo - avverte il primo cittadino - perché se è bastato un giorno di bel tempo per portare sull'isola 2mila migranti, in una settimana rischiamo di vederne arrivare 14mila". La nuova raffica di arrivi ha suscitato la reazione del leader della Lega, Matteo Salvini. "Il fenomeno non si risolve con gli slogan e gli annunci - sottolinea Martello -. Salvini e Meloni facciano una proposta concreta per affrontare il problema, invece di indicare strade non percorribili come quella del blocco nave".

E al 'capitano' che su Twitter ha scritto "sbarcano 1.200 clandestini in un giorno, un problema gravissimo per la piccola e splendida Lampedusa, ma per il sindaco è #colpadisalvini. Non sta bene", il primo cittadino replica a distanza. "Non ho mai detto che è colpa sua, Salvini punta a confondere le acque. Ho solo detto che bisogna smetterla con la propaganda buona sola a fare campagna elettorale e ad aumentare di qualche punto le preferenze nei sondaggi. Il tema è serio e non possono esserci bandierine di partito", conclude il sindaco.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza