cerca CERCA
Venerdì 16 Aprile 2021
Aggiornato: 09:59
Temi caldi

Migranti, Saviano: "La disperazione non va in lockdown"

12 novembre 2020 | 11.21
LETTURA: 1 minuti

Lo scrittore denuncia la tragedia del "bimbo di sei mesi morto sulla nave della Ong spagnola mentre aspettava i soccorsi che non sono arrivati in tempo"

alternate text
Roberto Saviano (Fotogramma)

''Un altro gommone è affondato nel Mediterraneo. L’ennesimo naufragio annunciato. Ai cinque corpi recuperati dalla Open Arms, si aggiunge quello di Joseph, un bimbo di appena sei mesi morto sulla nave della Ong spagnola mentre aspettava i soccorsi che non sono arrivati in tempo''. E' quanto scrive Roberto Saviano su instagram postando la foto di un soccorritore con in braccio il bambino senza vita.

''Il gommone era mare da due giorni -spiega- e già martedì sera era partito un Sos rilanciato dal centralino Alarm phone. A bordo c’erano 120 persone. La disperazione non va in lockdown. In Italia, i populisti hanno continuato a mentire parlando di immigrati come untori e il governo europeo non riesce a organizzare corridoi umanitari''.

''O ci si salva insieme, o nessuno si salva -conclude Saviano- Solidarietà a Proactiva Open Arms, unica ormai non sotto sequestro e ai suoi volontari che si buttano in mare cercando di salvare quante più vite possibili''.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza