cerca CERCA
Domenica 29 Maggio 2022
Aggiornato: 23:58
Temi caldi

Migranti: tratta esseri umani, pm Palermo chiede quasi un secolo di carcere

17 settembre 2015 | 16.40
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Le vittime del naufragio di Lampedusa

Quasi un secolo di carcere per sei eritrei è stato chiesto, al termine della requisitoria, dai pm di Palermo Geri Ferrara e Claudio Camilleri nell'ambito del processo denominato 'Glauco 1' e scaturito dalla strage in mare del 3 ottobre 2013 a Lampedusa, costata la vita a 366 immigrati. I sei imputati eritrei sono accusati di associazione a delinquere finalizzata alla tratta di esseri umani. Il processo si celebra con il rito abbreviato davanti al gup Laura Gelardi.

I capi dell'organizzazione sono considerati due latitanti: Ermias Ghermay e John Marhaye Shamshedin Abkadt. A rivelarlo è stato uno degli imputati, Nuredin Atta Wehabrebi, un eritreo di 31, che ha deciso di collaborare con i magistrati raccontando tutti i nomi della rete di trafficanti di uomini. Per lui i pm hanno chiesto otto anni di reclusione. Gli altri imputati sono: Tesfahiweit Woldu, eritreo, di 26 anni per il quale sono stati chiesti 16 anni di reclusione e 33.400 euro di multa, Samuel Weldemicael, eritreo di 27 anni per il quale sono stati chiesti 17 anni di reclusione e 33.400 euro di multa, Mohammed Salih, eritreo, di 25 anni, per il quale sono stati chiesti 16 anni di reclusione e 33.400 euro di multa), Yared Afwerke, eritreo, 25 anni per il quale sono stati chiesti 12 anni di reclusione e 33.400 euro di multa) e Atywos Melles , eritreo 48 anni per il quale sono stati chiesti 14 anni e 8 mesi di reclusione e 33.400 euro di multa.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza