cerca CERCA
Martedì 24 Maggio 2022
Aggiornato: 13:23
Temi caldi

Mike Pompeo perde 41 kg e guarda al 2024, ma la sua dieta fa discutere

11 gennaio 2022 | 16.39
LETTURA: 2 minuti

La nuova forma fisica dell'ex segretario di Stato di Trump rinnova le voci di una sua possibile candidatura alla Casa Bianca

alternate text

"Ho letto molto sull'argomento, avevo le mie teorie sul mangiare di meno e fare più moto, ed è quello che ho fatto". Così l'ex segretario di Stato, Mike Pompeo, spiega come sia riuscito a perdere 41 chili negli ultimi sei mesi senza nessun aiuto di nutrizionisti e personal trainer ma solo cambiando drasticamente le sue abitudini alimentari.

E la ritrovata forma fisica, molto più telegenica, del 58enne falco dell'ex amministrazione Trump, che da quando ha lasciato Washington è diventato un commentatore fisso di Fox News, sta rinnovando le voci su suoi seri progetti per una candidatura alla nomination repubblicana per la Casa Bianca nel 2024.

Ma, intanto, sta facendo discutere la sua dieta, con alcuni media americani che avanzano dubbi sul fatto che veramente l'ex segretario di Stato, ed ex direttore della Cia, possa essere dimagrito così tanto ed in così poco tempo senza l'aiuto di specialisti.

"Ho smesso di mangiare carboidrati e cercato di mangiare porzioni più piccole", ha spiegato il repubblicano di origine italiana, intervistato da Fox News Digital sulla sua miracolosa dieta, spiegando che anche ora che ha raggiunto il peso forma intende continuare a seguire questo regime. "So che se dovessi tornare a quello che ho fatto negli ultimi sei, sette anni allora anche il mio peso tornerebbe indietro", ha aggiunto.

Ma queste spiegazioni non convincono gli esperti di alimentazione e fitness interpellati dal Kansas City Star, giornale dello Stato che Pompeo ha rappresentato al Congresso. "Una tale perdita di peso in sei mesi non è credibile, soprattutto alla sua età" ha detto un esperto citato dal giornale.

Polemiche a parte, con questo dimagrimento Pompeo si inserisce nella tradizione salutista di diversi inquilini della Casa Bianca, tranne forse proprio il suo ex boss Donald Trump, che non era un grande appassionato della fitness. Tra altri aspiranti candidati alla presidenza il repubblicano Mike Huckabee negli anni scorsi fece una drastica dieta dopo che ruppe una sedia durante una riunione e gli fu diagnosticato il diabete.

Un altro repubblicano, l'ex governatore del New Jersey, Chris Christie è dimagrito negli anni scorsi, sempre in vista di una possibile corsa alla Casa Bianca, 45 chili, ma ha poi ammesso di essersi sottoposto ad un intervento di bypass gastrico. In tempi più recenti, e sul fronte opposto politico, il neosindaco di New York Eric Adams è un fervente sostenitore di una dieta vegana che gli ha permesso di risolvere un problema di diabete.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza