cerca CERCA
Giovedì 18 Agosto 2022
Aggiornato: 18:50
Temi caldi

Borsa: Milano chiude in calo con europee miste, bancari in rosso

28 gennaio 2015 | 18.36
LETTURA: 5 minuti

In piazza Affari il Ftse Mib cede lo 0,8% e l'All Share lo 0,7%. Mentre Wall Street prosegue in lieve rialzo in attesa della Fed, le europee archiviano la seduta in ordine sparso, con Londra e Francoforte in verde e Parigi in rosso. I timori per la Grecia fanno premio su alcuni dati positivi dall'Europa. In lettera Mps.

alternate text
(foto Infophoto).

Chiusura in calo oggi per la Borsa di Milano, per la seconda seduta consecutiva, mentre le altre piazze europee archiviano la giornata in ordine sparso. Wall Street prosegue in lieve rialzo, in attesa delle decisioni della Federal Reserve, con il Dow e il Nasdaq che guadagnano lo 0,2% ciascuno, sostenuti da Boeing ed Apple, in particolare, che salgono di oltre il 6% dopo le rispettive trimestrali.

Pesano i timori per la Grecia - Oggi le preoccupazioni per la situazione in Grecia hanno fatto premio sul alcuni dati macroeconomici positivi dall'Europa, come la fiducia dei consumatori tedeschi di febbraio, superiore alle attese. La Borsa di Atene è caduta per la terza seduta consecutiva , con l'Athex Composite che ha ceduto oltre il 9%, appesantito soprattutto dai bancari. Oggi il primo ministro greco Alexis Tsipras ha tenuto la prima riunione del consiglio dei ministri, reiterando l'intenzione di rinegoziare il pagamento del debito nei confronti dei creditori internazionali e i suoi piani per aumentare il salario minimo.

Piazza Affari appesantita dai bancari - A Milano Ftse Mib 20.478 punti (-0,81% ) e All Share a 21.731 punti (-0,73%) . Scambi per 3,47 mld di euro di controvalore, rispetto a 3,28 mld nella seduta di ieri. Su 332 titoli in negoziazione, 154 hanno chiuso in rialzo, 158 in calo e 20 invariati. Lo spread Btp-Bund chiude intorno ai 130 punti, in rialzo dai 113 della chiusura di ieri. A Milano pesano sugli indici i bancari, oggi venduti, in particolare Mps, dopo che è scaduto il divieto di vendite allo scoperto deciso dalla Consob. In piazza Affari vendite su tecnologici (-2,25%), banche (-2,18%) e risorse di base (-1,77%). Comprati beni e servizi per l'industria (+0,74%), beni per la persona e la famiglia (+0,72%).

Miste le altre Borse europee - A Francoforte il Dax ha chiuso a 10,710 punti (+0,78%); a Bruxelles Bel 20 a 3.541 punti (+0,29%); a Londra Ftse 6.825 punti (+0,21%); a Parigi Cac 4.610 punti (-0,29%); ad Amsterdam Aex 452,3 punti (-0,48%); a Zurigo Smi 8.311 punti (-1,09%); a Madrid Ibex 10,456 punti (-1,34%); a Lisbona Psi 20 a 5.197 punti (-1,50%).

Sale l'euro, cala il greggio - L'euro secondo le rilevazioni della Bce oggi è salito a 1,1344 dollari, rispetto a 1,1306 dollari al riferimento di ieri. L'oro al London Bullion Market è salito al fixing pomeridiano a 1.288 dollari l'oncia, da 1.287 dollari stamani. In calo al Nymex il contratto più scambiato sul West Texas Intermediate, il greggio di riferimento americano, con consegna a marzo, a 44,89 dollari al barile, in discesa di 1,34 dollari rispetto alla chiusura precedente.

Banche in rosso - Sul Ftse Mib vendite su Mps (-4,98%), che nel corso della seduta è finita in asta di volatilità. Scambi intensi, per 122 mln di pezzi, che ne fanno il terzo titolo più scambiato del listino oggi per numero di azioni, dopo Seat Pg (+3,7%) e Intesa Sp (-1,22%). In rosso anche altri bancari come Unicredit (-3,24%), Ubi Banca (-3,06%), Bper (-2,42%), Mediobanca (-2,2%), Banco Popolare (-1,82%).

St e Fca perdono dopo i conti - Stmicroelectronics (-3,06%) perde terreno dopo i risultati del 2014, chiusi con il ritorno all'utile e le prime indicazioni sui 2015 (nel primo trimestre i ricavi sono attesi in calo sequenziale del 5%, ha detto il Ceo Carlo Bozotti). Fca (-0,17%) chiude in lieve calo una seduta altalenante, segnata prima dalla reazione negativa ai risultati 2014 e poi dal recupero sulla scia delle indicazioni del Ceo Sergio Marchionne.

Finmeccanica sugli scudi - Maglia rosa del paniere per Finmeccanica (+2,38%), dopo il piano industriale annunciato ieri a mercati chiusi e in attesa della cessione di Ansaldo Breda. Denaro anche su Tod's (+1,8%), Prysmian (+1,73%) e Mediolanum (+1,64%).

Mondo Tv in gran denaro - Sull'All Share corrono Mondo Tv (+8,17%), che chiude il 2014 in nero, e Ternienergia (+8,25%). Vendite su Premuda (-6,48%).

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza