cerca CERCA
Sabato 28 Maggio 2022
Aggiornato: 14:33
Temi caldi

Milano Moda Uomo, Garden party all’inglese per Corneliani

21 giugno 2014 | 15.46
LETTURA: 3 minuti

Nei giardini della Rotonda della Besana, sulle note, dal vivo, del jazzista italiano Raphael Gualazzi, hanno preso forma tutte le sfumature del bianco, fino alla delicatezza di azzurri polverosi e verdi salvia, per passare poi diretti al nero

Un contesto da garden party all’inglese ha ospitato questa mattina la maison mantovana Corneliani, che ha aperto le danze di Milano Moda Uomo. Da oggi al prossimo martedì di scena saranno infatti le collezioni per l’estate 2015. Nei giardini della Rotonda della Besana, sul prato, tra tavolini allestiti per il breakfast e grandi palloni bianchi, sulle note, dal vivo, del jazzista italiano Raphael Gualazzi (in abito Corneliani blu) hanno preso forma tutte le sfumature del bianco, dal ghiaccio al panna, dal reha al mastice, fino alla delicatezza di azzurri polverosi e verdi salvia, per passare poi diretti al nero.

La moda maschile disegnata da Sergio Corneliani prende le distanze dai suoi schemi più rigidi nel segno di un’eleganza fresca e rilassata, ispirata al guardaroba dei giovani, con in più dettagli preziosi e ricercati. L’imperativo è indossare una taglia in più, a favore della disinvoltura dei movimenti: la costruzione della giacca non costringe. Quella corta, tre bottoni con rever stretti si allarga in vita per un pantalone dal gusto buggy con pinces, drappeggiato sulla scarpa, o senza pinces, comodo al bacino ma rigorosamente corto e con risvolto.

Anche la camicia classica si stravolge per farsi ampia e dalle spalle scese, con il collo a cratere. Per la primavera estate il must have è la t-shirt in morbida pelle o in un leggerissimo cashmere stampato a grafismo monocromatici. Simbolo della nuova estetica formale firmata Corneliani la camicia giubbotto dalla linea quadrata, bloccata sopra il bacino. Parka con cappuccio e trench in cotone performato con tecnologie membrane traspiranti, antiacqua e antivento tra i capi più sportivi. “Nel mio ruolo di padre di tre giovanissimi uomini e di direttore creativo - spiega Sergio Corneliani - credo sia necessario guardare al futuro con fiduciosa flessibilità”.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza