cerca CERCA
Lunedì 04 Luglio 2022
Aggiornato: 22:26
Temi caldi

Milano, prestavano soldi con tassi fino al 100% in un mese. Arrestati

12 marzo 2014 | 17.26
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Prestavano soldi a tassi che arrivavano fino al 100% in un mese e non esitavano a usare la violenza nei confronti di chi non riusciva a restituire le somme. Per questo tre cittadini di origine cinese, due uomini di 47 e 39 anni e da una donna di 35, moglie di uno dei due, sono stati arrestati questa mattina a Milano.

I tre avevano dato vita a una società fittizia che organizzava trasferimenti in pullman per i connazionali che da Milano volevano raggiungere i casinò di Mendrisio e Campione d'Italia. Poi, una volta sul posto, proponevano denaro in prestito a chi aveva esaurito il proprio budget per consentirgli di continuare a giocare.

Per invogliare i giocatori a chiedere i prestiti, venivano proposti tassi irrisori per le restituzioni effettuate nello stesso giorno. Poi, però, ogni tre giorni scattavano del 10% in più, fino ad arrivare al 100% in un mese.

Le indagini, coordinate dalla Procura della Repubblica di Milano, sono scattate lo scorso aprile, in seguito alla denuncia di una donna che si è rivolta ai carabinieri dopo essere stata picchiata selvaggiamente dai due coniugi a causa di una somma non restituita.

Dai primi accertamenti, inoltre, risulterebbe che oltre a malmenare le vittime, in alcuni casi i tre avrebbero sequestrato loro i documenti e tentato di appropriarsi delle loro attività commerciali.

Secondo gli investigatori, il giro d'affari supererebbe i 200mila euro oltre a svariati franchi svizzeri e le vittime accertate finora sarebbero 23.

Per i tre, tutti incensurati, le accuse sono di esercizio abusivo di attività finanziaria, usura, tentata estorsione e lesioni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza