cerca CERCA
Martedì 05 Luglio 2022
Aggiornato: 05:50
Temi caldi

Ministero lavoro: in prima settimana circa 30mila adesioni a Garanzia Giovani

09 maggio 2014 | 19.00
LETTURA: 3 minuti

alternate text

Roma, 9 mag. (Labitalia) - A una settimana dall'avvio, il primo maggio, hanno aderito a Garanzia Giovani oltre 29.936 giovani; 21.189 lo hanno fatto attraverso il portale nazionale www.garanziagiovani.gov.it e 8.747 attraverso i portali regionali. Lo comunica il ministero del Lavoro diffondendo i dati sul progetto per l'occupazione giovanile aggiornati all'8 maggio. Il dicastero sottolinea che il trend delle adesioni è in costante crescita, ''segno che i giovani cominciano a conoscere il programma pur in assenza di una campagna pubblicitaria''.

La provenienza geografica dei giovani mostra che la maggior parte di loro risiede in Campania con n. 6.656 unità, pari al 22% del totale, in Sicilia con il 17 % (4.981 unità) e in Toscana con l'11% (3.358 unità). La Regione con il minor numero di residenti che hanno aderito a Garanzia Giovani è la Valle d'Aosta. Per quanto riguarda il genere dei giovani che hanno aderito, si nota come il 54% delle adesioni (16.196) ha interessato uomini, mentre quelle che hanno riguardato le donne sono state 13.740, pari al 46%. In termini di età dei giovani, il 51% delle adesioni, pari a 15.371 (7.616 uomini e 7.755 donne) ha interessato i giovani di età compresa tra i 25 e 29 anni, mentre sono state 13.840 (pari al 46%) quelle che hanno interessato giovani dai 19 ai 24 anni (8.103 uomini e 5.737 donne) e 725, pari al 2%, i giovani dai 15 ai 18 anni ( 477 uomini e 248 donne).

Relativamente al numero di adesioni,dato che illustra le Regioni scelte dal giovane per ricevere il portafoglio di servizi tra quelli previsti dal programma, nella nota si rileva come tale scelta sia ricaduta per la maggior parte nelle seguenti tre Regioni: Campania con il 18 % del totale, pari a 7.174 adesioni, seguita da Sicilia con il 12% del totale, pari a 4.998 adesioni e Toscana con l'11% del totale, pari a 4.458 di adesioni. Queste tre regioni insieme assorbono quasi il 41% delle adesioni.

La residenza del giovane non è preclusiva per la scelta della regione dalla quale ricevere il portafoglio di servizi. Infatti, il 27% di questi (10.811 unità) ha scelto una regione diversa da quella di residenza. La regione con la differenza maggiore tra residenti che hanno aderito e coloro che hanno scelto una regione diversa risulta la Regione Sicilia con 2.395 giovani (pari al 33% degli aderenti residenti in Sicilia) che ha scelto i servizi di altre regioni.

Ad oggi sono 13 le convenzioni firmate con le Regioni: Calabria, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Marche, Piemonte, Provincia Autonoma di Trento, Sardegna, Toscana, Umbria, Valle d'Aosta, Veneto.

Prosegue, nel frattempo, l'impegno del Ministero per la promozione di specifici protocolli di collaborazione con le principali Associazioni imprenditoriali finalizzati ad incrementare e rendere facilmente disponibili sulla piattaforma della ''Garanzia Giovani'' le offerte delle imprese. Dopo quelli con Finmeccanica (28 marzo) e con Cia e Agia (22 aprile), sono stati siglati i protocolli con le organizzazioni che fanno parte di Rete Imprese Italia: Casartigiani, Cna, Confartigianato, Confcommercio, Confesercenti.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza