cerca CERCA
Sabato 03 Dicembre 2022
Aggiornato: 17:31
Temi caldi

Minniti: "Mi sento profondamente di sinistra"

01 ottobre 2017 | 11.56
LETTURA: 2 minuti

alternate text
Marco Minniti (Foto Fotogramma) - FOTOGRAMMA

"Mi sento profondamente di sinistra. Quand’ero ragazzo ho scelto un partito politico", il Partito comunista italiano "e non l’ho mai cambiato; ho contribuito a cambiarlo dall’interno. Con la rottura traumatica ma necessaria dell’'89. E con la svolta di dieci anni fa. Se non avessi contribuito allora a far nascere il Pd di Veltroni, l’avrei fatto adesso". Lo ha affermato il ministro dell'Interno, Marco Minniti, che in un passaggio dell'intervista al 'Corriere della Sera' risponde alla domanda se, assunta la guida del Viminale, si considera ancora di sinistra.

"Perché il Pd nasce per rispondere alle grandi sfide del mondo globale, come l’immigrazione e il terrorismo. Non è possibile leggere fenomeni così complessi se si ritorna all’identità precedente". Secondo Minniti gli scissionisti del Pd, "hanno commesso un gravissimo errore".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza