cerca CERCA
Sabato 23 Ottobre 2021
Aggiornato: 00:24
Temi caldi

Mo: Netanyahu porta avanti progetti per 1060 nuove case a Gerusalemme est

27 ottobre 2014 | 13.45
LETTURA: 2 minuti

Il primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu vuole portare avanti progetti per la costruzione di 1060 nuove unità abitative a Gerusalemme est. Lo scrivono i media israeliani citando fonti del suo ufficio, secondo le quali l'ordine di Netanyahu partirà in giornata, mentre mercoledì verrà esaminato il possibile avvio della costruzione di nuove infrastrutture in Cisgiordania, fra cui 12 nuove strade.

Secondo il sito di Haaretz, le iniziative di Netanyahu giungono su pressione dei coloni, ma in realtà il primo ministro intende soltanto definire i progetti per le case a Gerusalemme est ma non costruirle. I progetti sarebbero vecchi piani di cui si discute da tempo: la costruzione di 660 case fra il quartiere ultraortodosso di Ramat Shlomo e il quartiere arabo di Shoafat, già discusso nel 2006, e quella di 398 case ad Har Homa. Ieri la rete televisiva Channel 2 aveva riferito che il Consiglio dei coloni e il partito a lui vicino Focolare Ebraico del ministro dell'Economia Naftali Bennett stanno negoziando con Netanyahu la costruzione di duemila nuovi appartamenti negli insediamenti. Il primo ministro non ha però ancora accolto la richiesta e spera forse di placare i coloni portando avanti altri progetti.

Certo è che tutte le decisioni verso nuove costruzioni contribuiscono a mantenere la tensione con i palestinesi e irritano Washington. Inoltre in seno alla composita coalizione israeliana sia il ministro delle Finanze Yair Lapid che quello della Giustizia Tzipi Livni, leader dei due partiti laici di centro Yesh Atid e Hatnua, sono contrari a nuove costruzioni.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza