cerca CERCA
Martedì 26 Gennaio 2021
Aggiornato: 07:38

Mobilità: in 15 punti l'impegno dei sindaci per città sostenibili

17 giugno 2015 | 18.50
LETTURA: 3 minuti

alternate text
(Infophoto)
Roma, 17 giu. (AdnKronos)

Isole ambientali, pedonali e ciclabilità diffusa. Mobilità elettrica e condivisione. Gli amministratori locali, e non solo, si danno appuntamento a Catania per la I Conferenza Nazionale della Mobilità sostenibile, il 19 e 20 giugno presso il centro fieristico 'Le Ciminiere', un'iniziativa promossa da Anci, ministero dell'Ambiente e Comune di Catania. Un "appuntamento di grande importanza che coglie una delle sfide più rilevanti per il futuro del nostro Paese", rimarca il ministro dell'Ambiente Gian Luca Galletti. Mentre il presidente dell'Anci Piero Fassino ricorda che "la mobilità è un grande tema della vita quotidiana dei cittadini".

Sul tavolo modelli e strategie per una città sostenibile. Un documento in 15 punti sintetizza gli impegni dei primi cittadini italiani per "l'introduzione di misure per una mobilità più efficiente e pulita": 1) 'condividere un Piano Strategico Nazionale sulla Mobilità Urbana Sostenibile' che dovrà fornire uno "schema di riferimento flessibile e non cogente in particolare per le misure di contenimento e disincentivo del traffico veicolare"; 2) 'semplificare le norme, integrare i processi' per assicurare "la migliore efficienza degli interventi"; 3) 'programmare i Piani Urbani della Mobilità Sostenibile', strumento "indispensabile per le città con popolazione superiore ai 100mila abitanti".

Ancora: 4) 'porre al centro le persone' affinché si passi a una "domanda di mobilità che deve essere soddisfatta con modalità diverse privilegiando la pedonalità, il trasporto collettivo/pubblico, la mobilità ciclistica"; 5) 'integrare i sistemi di trasporto' (bus, tram, treni, biciclette, pedonalità, soste); 6) 'ampliare gli spazi per la mobilità dolce' prevedendo "zone a velocità limitata, isole ambientali, aree pedonali, ciclabilità diffusa"; 7) 'condividere l'esperienza' con particolare riferimento alla shared mobility; 8) 'incoraggiare la mobilità elettrica'.

Infine, i primi cittadini si impegnano a: 9) 'pianificare la distribuzione urbana delle merci' puntando su "modelli avanzati di city logistics basati su meccanismi premiali piuttosto che di divieto", 10) 'abbattere ogni barriera' allo spostamento degli utenti a ridotta mobilità; 11) 'investire nella mobilità'; 12) 'promuovere un fisco equo'; 13) 'favorire lo sviluppo di politiche di mobility management a tutti i livelli'; 14) 'promuovere le nuove tecnologie'; 15) 'sensibilizzare l'opinione pubblica'.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
L´ informazione continua con la newsletter

Vuoi restare informato? Iscriviti a e-news, la newsletter di Adnkronos inviata ogni giorno, dal lunedì al venerdì, con le più importanti notizie della giornata

Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza