cerca CERCA
Venerdì 17 Settembre 2021
Aggiornato: 15:25
Temi caldi

Modifiche per 540mila motori diesel Volkswagen, voucher 1.000 dlr a clienti Usa

09 novembre 2015 | 20.02
LETTURA: 3 minuti

alternate text
- INFOPHOTO

A parte la sostituzione del software 'truccato' sarebbero necessarie modifiche tecniche di 540mila auto diesel Volkswagen. L'annuncio del ministero dei Trasporti tedesco, riportato dal sito della Die Welt, fa intravedere nuovi scenari bui per la casa automobilistica travolta dallo scandalo delle emissioni inquinanti falsate. Il tutto nel giorno in cui anche l'agenzia di rating Fitch, dopo Moody's, ha tagliato di un livello - da A a BBB+ - il rating sul gruppo automobilistico tedesco, con un outlook negativo.

La decisione, si legge in una nota dell'agenzia americana, riflette i problemi di governance e di gestione evidenziati dallo scandalo sulle emissioni che coinvolge fino a 11 milioni di veicoli con motore diesel. Per l'agenzia una "frode di tali dimensioni, che sia andata avanti senza essere rilevata o corretta per un periodo così lungo, non è coerente con un rating di categoria A".

Fitch parla di un "costo finale che sarà consistente, anche se è ancora troppo presto per definirlo": "le ultime scoperte emerse dall'indagine interna in corso stanno accentuando il danno all'immagine e alla reputazione di Volkswagen e potrebbero portare a ulteriori azioni legali con un impatto su ricavi e profitti del gruppo". Per Fitch "i cambiamenti nei consigli di amministrazione e di supervisione attuati dall'inizio della crisi sono stati limitati e non sembrano riflettere una concreta determinazione del gruppo a rivedere la propria governance e la propria cultura aziendale".

Intanto il gruppo come "primo passo" per ripristinare la fiducia dei consumatori ha annunciato che offrirà un voucher da 1.000 dollari ai clienti americani truffati: 500 dollari da usare attraverso una Visa prepagata, i restanti attraverso una tessera per gli acquisti. Previsto anche un programma di assistenza stradale gratuito per tre anni.

"Stiamo lavorando senza sosta per sviluppare un rimedio per i veicoli interessati", ha detto Michael Horn, il capo di Volkswagen Group of America secondo quanto riporta il sito del Wall Street Journal. Il pacchetto è un "un primo passo per riguadagnare la fiducia dei nostri clienti", ha aggiunto, senza tuttavia quantificare l'ammontare complessivo del pacchetto.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza