cerca CERCA
Giovedì 27 Gennaio 2022
Aggiornato: 14:39
Temi caldi

Mogherini e Pinotti incontrano mogli marò "Tutto il possibile per riportarli in Italia"

25 febbraio 2014 | 14.54
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Roma, 25 feb. (Adnkronos/Ign) - L'Italia prosegue, anche con il nuovo governo, nel suo impegno per arrivare ad una soluzione della vicenda che coinvolge i due marò. I ministri degli Esteri e della Difesa, Federica Mogherini e Roberta Pinotti, hanno incontrato alla Camera Vania Girone e Paola Moschetti, rispettivamente moglie di Salvatore Girone e compagna di Massimiliano Latorre, alle quali hanno espresso la determinazione di tutto l'esecutivo per fare tutto il possibile per riportare in Italia i due fucilieri di Marina.

Secondo quanto comunica la Farnesina, Vania Girone e Paola Moschetti, alla vigilia di un nuovo viaggio a Delhi, hanno espresso soddisfazione per il pieno, immediato coinvolgimento nella gestione di questa delicata fase e hanno auspicato da parte di chi rappresenta le istituzioni, e le ha rappresentate in questi anni, un atteggiamento di responsabilità e un messaggio forte e univoco volto non a sterili e controproducenti polemiche, ma unicamente alla soluzione positiva della vicenda.

Intanto l'abbandono del Sua Act potrebbe avere come conseguenza il passaggio del caso dall'agenzia antiterrorismo (Nia) ad un'altra agenzia, come il Central bureau of investigation. Lo scrive 'India Today', secondo il quale in questo caso le indagini ricomincerebbero da capo. "Se il caso sarà trasferito, allora l'inchiesta ricomincerà. Non c'è dubbio che il governo ha sbagliato nella gestione della vicenda", commenta un funzionario del ministero degli Interni citato dal quotidiano.

Ad ogni modo Latorre e Girone saranno processati in India sulla base delle leggi indiane. Lo ha ribadito il portavoce del ministero degli Esteri di New Delhi, Syed Akbaruddin. "Non si tratta di una questione bilaterale, ma di cercare di assicurare che coloro che sono accusati di crimini contro cittadini indiani siano giudicati responsabili sulla base delle leggi indiane".

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza