cerca CERCA
Venerdì 20 Maggio 2022
Aggiornato: 15:34
Temi caldi

Molestie sessuali durante lezioni private, arrestato insegnante a Lecce

28 marzo 2014 | 18.50
LETTURA: 2 minuti

alternate text

Un professore di matematica in pensione, M.S., 67 anni, e' stato arrestato da agenti della Squadra Mobile della Questura di Lecce poichè e' accusato di violenza sessuale continuata e aggravata dall'abuso di autorità ai danni di tre ragazzine minorenni alle quali impartiva lezioni private. Nei suoi confronti è stata eseguita una ordinanza di custodia cautelare ai domiciliari emessa dal gip del Tribunale salentino Giovanni Gallo, su richiesta del pubblico ministero Stefania Maria Mininni.

Le indagini hanno avuto origine da due querele presentate a novembre dai genitori di altrettante ragazze che oggi hanno diciassette e sedici anni ma che avrebbero subito molestie sessuali da quando avevano appena quattordici e quindici anni. Mentre per una di esse le violenze avrebbero avuto una durata limitata nel tempo, e cioè circa un mese, l'altra minore avrebbe subito le molestie per circa un anno. Le indagini, svolte dai poliziotti della 3° Sezione e partite dall'ascolto delle dichiarazioni delle minorenni alla presenza di una psicologa, hanno accertato come M.S., approfittando della ingenuita' e sprovvedutezza delle vittime, ha conquistato rapidamente la loro fiducia dapprima con frasi affettuose e complimenti delicati sulla loro persona, poi insinuandosi nella vita privata, cercando di conoscere le loro relazioni amicali e sentimentali e infine passando alle vie di fatto, e cioe' abbracciando ripetutamente le giovani, sfregando e palpeggiando il seno, accarezzandole e baciandole sul collo, fino a toccare le loro parti intime.

Le due ragazze hanno trovato il coraggio di raccontare i fatti ai loro genitori solo dopo parecchio tempo; questi ultimi hanno presentato una querela dando il via all'inchiesta. Durante le indagini preliminari è però emerso che anche altre minori avrebbero ricevuto lo stesso 'trattamento' dal professore durante i compiti di matematica. Una di queste ragazze ha confermato l'ipotesi investigativa ma non ha inteso sporgere querela. Oggi la giovane ha sedici anni ma nei suoi confronti le attenzioni morbose del professore si sarebbero manifestate quando ne aveva appena tredici. Anche in questo caso il metodo utilizzato era lo stesso: frasi affettuose, complimenti, effusioni, baci sul collo, palpeggiamenti del seno, sfregamenti nelle parti intime.

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza