cerca CERCA
Mercoledì 16 Giugno 2021
Aggiornato: 10:19
Temi caldi

Mondo Rai: appuntamenti e novità

11 agosto 2020 | 19.00
LETTURA: 7 minuti

alternate text
(Fotogramma)

Si apre con un documentario naturalistico della BBC, della serie “Sette continenti un Pianeta”, dedicato all’Australia il quarto appuntamento con “Superquark”, mercoledì 12 agosto, alle 21.25 su Rai1. Un continente antico, che al tempo dei dinosauri si è staccato dagli altri, e che grazie all’isolamento e a particolari condizioni climatiche si è trasformato in uno scrigno per la fauna arcaica. Tra le specie più sorprendenti il diavolo della Tasmania, il varano gigante e un uccello dalle sembianze di dinosauro, che con i suoi quasi due metri di altezza, è considerato il più pericoloso del mondo. Ci immergeremo poi nella barriera corallina. E’ qui che gli operatori della BBC sono riusciti a filmare un raduno di migliaia di squali che avviene solo una volta ogni 10 anni. Si passa poi nel cuore di Roma, a due passi dal Quirinale, dove sorge uno dei palazzi più belli e ricchi di arte della Capitale: Palazzo Barberini, sede di una parte delle Gallerie Nazionali di Arte Antica. Alberto Angela ci guida in questo scrigno dell’architettura barocca, prezioso contenitore di capolavori assoluti della pittura italiana. Barbara Gallavotti e Francesca Marcelli, invece, sono andate in Svizzera, per seguire un gruppo di ricercatori che studia quali siano i fattori che favoriscono la trasmissione dell’influenza. E ancora, Giovanni Carrada con Emanuela Gardenghi svelano i segreti dello straordinario miracolo tecnologico di Israele, uno dei paesi più piccoli ma più innovativi al mondo. Dopo il servizio Piero Angela approfondirà l’argomento con un esperimento in studio di Paco Lanciano. Si continua poi con i ghiacciai perduti del Karakorum, un servizio che nasce grazie a tre grandi alpinisti fotografi italiani, che dai primi del 1900 ad oggi hanno documentato l’evoluzione degli sterminati ghiacciai del Karakorum. Si va quindi alla scoperta di come nasce un cosmetico mentre la dottoressa Elisabetta Bernardi, nella rubrica “la scienza in cucina” parlerà di tecnologia e intelligenza artificiale per un’agricoltura più ecosostenibile. Gli approfondimenti di Piero Angela affrontano la “Psicologia di una bufala” e il “Dietro le quinte della storia”. In seconda serata si prosegue con “Superquark Natura”, dedicato a “I mari verdi”, quelli che portano la vita agli oceani. Qui, la luce del sole consente la crescita di foreste incantate di alghe, mangrovie e praterie di posidonia. Sono i luoghi più ricchi, ma anche più aspramente competitivi, in cui vivere nell'oceano.

“L'altra metà della storia” è un film drammatico del 2017, proposto da Rai3 domani alle 21.20, diretto da Ritesh Batra, con Charlotte Rampling e Jim Broadbent. Quando il pensionato Tony riceve in eredità il vecchio diario di un amico d'infanzia, gli eventi più significativi della sua giovinezza vengono rimessi in discussione. I ricordi, raccolti nel diario, sono ora però nelle mani dell'anziana Veronica, un tempo la ragazza con cui Tony stava durante l'università. Il tentativo di riappropriarsi del diario, lo costringe a ripercorrere insieme alla donna gli anni giovanili della loro storia d'amore,. Il viaggio attraverso le pagine impolverate aprirà cassetti del passato rimasti chiusi per anni, dai quali si riverseranno inganni, rimpianti e sensi di colpa. Tony troverà il coraggio di scavare in profondità e assumersi la responsabilità delle devastanti conseguenze dei gesti che ha compiuto tanti anni prima?

Il Museo Nazionale del Prado, a Madrid, contiene la più grande collezione al mondo di pittura spagnola e capolavori di artisti come Tiziano, Rubens, Dürer e Rembrandt. La serie “I più grandi musei del mondo”, nell’episodio in onda domani alle 19.30 su Rai5 (canale 23), racconta questa collezione. Oltre al Prado, l’episodio visita anche il Museo Nazionale Reina Sofía, con le opere più sorprendenti degli artisti del XX secolo e il famoso “Guernica” di Picasso. Infine, la collezione d'arte del Museo Nazionale Thyssen-Bornemisza, presentata in ordine cronologico, dall'arte primitiva fino alla Pop Art. Il viaggio si conclude poi nei musei della Castiglia.

Su Rai Movie (canale 24) "Parigi a tutti i costi" - "E la chiamano estate" su Rai2

Una commedia agrodolce è al centro della serata di Rai Movie (canale 24 del digitale terrestre), domani alle 21.20, con il film “Parigi a tutti i costi”, interpretato da Reem Kherici, Cécile Cassel, Tarek Boudali. Maya, d'origine marocchina, da venti anni vive a Parigi ed è prossima a ottenere il posto di prima stilista per la casa di moda in cui lavora. Ma un semplice controllo della polizia rivela però che il suo permesso di soggiorno è scaduto e nel giro di 24 ore Maya è costretta a rientrare in Marocco, ritrovando un paese e una famiglia che voleva dimenticare. Di fronte allo choc di una cultura diversa e a cui non è più abituata, Maya farà di tutto per ritornare nella sua Parigi.

E’ dedicata al Trentino la seconda puntata di “E la chiamano Estate”, il programma di cultura e turismo di Rai2 in onda domani, alle 23.05. Per rilanciare il turismo in Italia in questa estate segnata dalla pandemia, Federico Quaranta e Laura Forgia ci conducono nella splendida cornice delle Dolomiti di Brenta, Madonna di Campiglio, la Val di Sole, la Valle dei Laghi, per un viaggio pieno di scoperte tra antiche leggende, montagne, sentieri, cascate.

Oggi il femminicidio è percepito come una grave emergenza, ma la violenza sulle donne è un fenomeno radicato nella nostra società. I femminicidi sono al centro del nuovo appuntamento con “Dei delitti”, la serie prodotta da Rai Cultura in onda domani alle 22.10 su Rai Storia (canale 54). La narrazione, condotta dalla giornalista Stefania Battistini, si muove sui luoghi reali dei fatti e incontra storici, testimoni, giornalisti, sociologi, psichiatri, esperti dei singoli casi. Lo studio della cronaca nera dimostra come questi reati in passato siano sempre stati presenti, ma al contempo permette di capire il mutare del contesto in cui si sono consumati. Con l'aiuto della storica Silvia Salvatici, del giornalista Francesco Grignetti, degli scrittori Beppe Lopez e Grazia Verasani, e del magistrato Fabio Roia, si ricostruiscono alcuni tra i più eclatanti casi di femminicidio del '900: dalla morte di Wilma Montesi nel 1953 fino all'omicidio di Francesca Alinovi nella Bologna del 1981, passando per l'assassinio di Adriana Doriani, la compagna del cantastorie Matteo Salvatore. Questi casi di cronaca nera diventano una lente per osservare i mutamenti sociali e culturali del nostro paese.

Su Rai5 Il Nabucco di Verdi dall'Arena di Verona - Su Rai3 a "Passato e Presente" gli attentati al Duce

Rai Cultura propone domani alle 21.15 su Rai5 (canale 23) - l’opera “Nabucco” di Giuseppe Verdi, nell’allestimento di Hugo de Ana, che firma anche scene e costumi, all'Arena di Verona nel 2000. Sul podio il Maestro Daniel Oren. Protagonisti sul palco Renato Bruson, Nazzareno Antinori, Ferruccio Furlanetto, Sylvie Valayre, Gloria Scalchi, Carlo Striuli, Angelo Casertano e Antonella Bertaggia. La regia tv è di Pierre Cavassilas.

Dominatore incontrastato della macchina organizzativa del regime e del partito, Benito Mussolini è ovunque. La sua onnipresenza contribuisce, con i suoi riti e con i suoi simboli, ad accrescere il culto del capo, al punto tale che le masse popolari iniziano ad attribuirgli qualità straordinarie, addirittura mitiche. Ma dopo l’affare Matteotti, qualcuno, non più abbagliato dal mito del Duce, inizierà a pensare ad atti cruenti a danno di Benito Mussolini. Un tema approfondito dalla professoressa Alessandra Tarquini, ospite di Paolo Mieli nell’appuntamento con “Passato e Presente” il programma di Rai Cultura in onda domani alle 13.15 su Rai 3 e alle 20.30 su Rai Storia. Si parte dal 4 novembre del 1925, quando Tito Zaniboni, ex deputato socialista progetta il primo attentato contro il capo del governo, sventato poco prima che si compia. Da mesi l’attentatore è sorvegliato dagli agenti dell’Ovra. Anche il secondo agguato, quello del 7 aprile del 1926, ordito dall’anziana irlandese Violet Gibson, si rivela un insuccesso. La scia degli attentati prosegue con un fallimento dietro l’altro. Da quello ordito dall’anarchico Gino Lucetti, dell’11 settembre 1926 all’ultimo, quello più grave, del 31 ottobre 1926 a Bologna, attuato dal quindicenne Anteo Zamboni che, individuato tra la folla, viene linciato dai fascisti. Questi quattro tentativi infruttuosi, in realtà, non fanno altro che rafforzare l’immagine del Duce, abilissimo nello sfruttarli agli occhi dell’opinione pubblica, fornendo al regime l’occasione e il pretesto per introdurre provvedimenti legislativi repressivi – le leggi fascistissime - ispirati dal giurista Alfredo Rocco. In questo quadro di inasprimento penale e costruzione del regime totalitario, un ruolo di primo piano lo avrà l’istituzione del Tribunale Speciale.

Domani alle 21.10 Rai4 (canale 21 del digitale terrestre) trasmette l'ultimo capitolo della saga fantascientifica "Resident Evil" con Milla Jovovich, intitolato The final Chapter. L'umanità è ormai ridotta ai minimi termini dopo che Alice è stata tradita da Wesker. Come unica sopravvissuta del gruppo che avrebbe dovuto combattere le orde di non morti, dovrà fare ritorno nel luogo in cui l'incubo ha avuto inizio - a Raccoon City, dove la Umbrella Corporation sta radunando le sue forze per sferrare un colpo fatale contro gli unici superstiti all'Apocalisse. In una lotta contro il tempo, Alice si unirà agli amici di una volta e, grazie a una nuova improbabile alleanza, si scontrerà con orde di non morti e con nuovi mostri mutanti. Fra la perdita delle sue capacità sovrumane e l'imminente attacco dell'Umbrella, Alice vivrà la sua avventura più difficile, nel tentativo di salvare il genere umano, che rischia di precipitare nell'oblio...

Riproduzione riservata
© Copyright Adnkronos
Tag
Vedi anche
ora in
Prima pagina
articoli
in Evidenza